Per l'estate 2011 decolla il turismo ecologico, gli italiani puntano sul verde

Sono sempre di più gli italiani che scelgono per le loro vacanze estive i parchi, le riserve e le oasi verdi che il nostro Paese offre in abbondanza. Un modo per trovare il vero contatto con la natura e rilassarsi in modo sano e genuino

Certo, dici estate e pensi mare. Ma non per tutti è così. Almeno due milioni e mezzo di persone infatti affolleranno nei prossimi due mesi i parchi, le riserve e le oasi verdi del nostro paese. Lo rivela un sondaggio della Swg, commissionato dalla Coldiretti. Il “turismo ecologico” insomma prende sempre più piede in Italia e appassiona le famiglie che puntano sempre di più sul relax “sostenibile”.

Il valore del giro di affari relativo a questo tipo di esperienze turistiche ha toccato quota 10 miliardi, frutto delle preferenze dell’8 per cento degli italiani. Sono circa 870 le zone dove poter svolgere questo tipo di avventura estiva, con la garanzia di assistere allo spettacolo unico che i moltissimi siti naturali del Belpaese possono offrire. Quello che piace a chi sceglie il “turismo ecologico” è avere la possibilità di stare a contatto diretto con la natura, osservare da vicino piante e animali, esercitare sport impossibili da praticare in città, come trekking, mountain bike, equitazione e climbing.

Senza parlare del cibo. La purezza degli ambienti verdi offre anche una ricchezza alimentare, con vini, formaggi, salumi, oli extravergini. Tutte produzioni che restano vive soprattutto grazie al lavoro di molte aziende agricole impegnate nella coltivazione, nell’allevamento e nella trasformazione delle materie prime.

Umberto Di Giacomo

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER