Le Marche aprono le porte al turismo mondiale, si ricomincia con Dustin Hoffman

Dustin Hoffman sarà ancora testimonial della terra di Leopardi, le Marche allo stesso tempo cercano nuove vie per internazionalizzare il turismo, migliorare la ricettività, il fattore mobilità e l'offerta on line. Non può mancare ovviamente l'enogastronomia

La terra di Giacomo Leopardi, di Matteo Ricci, il gesuita che nel ’500 andò in Cina, di Loreto, di Recanati e del Conero, le Marche pensano il turismo in grande, aprendo il proprio orizzonte all’internazionalizzazione, al mondo. Per questo la Regione si sta dotando di nuovi strumenti, di nuove tecnologie e della rete per attrarre più turisti e per far trasparire un’offerta ricettiva molteplice fondata anche sull’enogastronomia.

Per fare questo la Regione è alla ricerca di nuovi canali per far decollare definitivamente il turismo nell’elite mondiale. Ma come? Sicuramente affidando l’immagine della regione ad un testimonial di eccellenza come Dustin Hoffman, che già è stato protagonista di una serie di successo di spot trasmessi in Tv. Le spinte mediatiche che ne verrebbero sarebbero davvero ancora molto forti. Ma bisogna lavorare molto anche sui fattori come la mobilità, con nuove tratte aeree (in questo sarà importante l’Aeroporto di Falconara), nuovi servizi di turismo on line, il rafforzamento del portale dell’ Assessorato regionale al turismo. Le Marche ti aspettano. Le Marche aspettano il turismo mondiale, soprattutto. (red)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER