Crisi, solo 3 europei su 5 in vacanza quest’estate

Saranno solo 3 europei su 5 ad andare in vacanza quest’estate. A rinunciare alla vacanza saranno in particolare italiani, spagnoli e inglesi

La crisi si ripercuote anche sulle vacanze estive. Uno Studio Ipsos-Europe assistance ha rilevato che solo il 58 per cento degli interpellati di sette Paesi pensa di prendere le ferie tra giugno e settembre. Appena tre europei su cinque prevedono di andare in vacanza nei mesi estivi: si tratta del livello di intenzioni più basso registrato dal 2005, con un calo particolarmente marcato tra gli europei del sud, soprattutto tra gli italiani.

Lo studio che ha rivelato che solo 3 europei su 5 andranno in vacanza è stato condotto tra il 13 febbraio e il 26 marzo su un campione di 3.523 Europei e ha interpellato i cittadini di Francia, Germania, Inghilterra, Italia, Spagna, Belgio e Austria. La percentuale di coloro che pensano di andare in vacanza è diminuita di 8 punti percentuali rispetto al 2011.  In particolare a rinunciare alle vacanze saranno italiani, spagnoli e inglesi, che pagano più di tutti gli effetti della crisi. Fra i sette paesi presi in esame a sorprendere è proprio il dato che arriva dall’Italia, i cui cittadini storicamente sono i più propensi a partire in vacanza: le intenzioni di prendere partire per le vacanze in estate passano dal 78% del 2011 al 63% di quest'anno, con una perdita di 15 punti percentuali. In Spagna è stato registrato un calo di 14 punti, nel Regno Unito di 10 punti, in Germania e Austria di 5 punti, e in Belgio di due punti.

A desiderare le vacanze estive, invece, sono i Francesi, le cui intenzioni risultano in controtendenza rispetto al resto d’Europa: il 70% prevede di andare in vacanza, pari a due punti più del 2011. E non solo, la Francia è anche la meta preferita tra i cittadini europei.  

(GC)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER