Le nuove tasse di soggiorno

Da quest'anno, per tutelare le città, aumenteranno le tasse di soggiorno in tutto il mondo

Secondo The Telegraph, il 2020 sarà l'anno della tassa di soggiorno.

A quanto pare, le città di tutto il mondo si stanno stufando dell'afflusso di turisti che intasano strade e spazi pubblici, restano per poche ore e poi se ne vanno senza creare alcun beneficio duraturo per i residenti locali. Quindi, hanno iniziato ad applicare le tasse turistiche come un modo per raccogliere fondi extra per mantenere e sviluppare le infrastrutture gravate da questi visitatori temporanei.

Finora 125 paesi hanno applicato le tasse di soggiorno e solo nove paesi europei non le hanno - Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Irlanda, Lettonia, Lussemburgo, Svezia e Regno Unito. Ma adesso le cose cambieranno ancora.

I visitatori di Amsterdam sono quelli più colpiti dalla nuova ondata, con una tassa di 3 Euro a persona a notte in aggiunta al 7% della tariffa della camera. Anche i turisti che soggiornano negli affitti di Airbnb dovranno pagare di più ad Amsterdam – un tasso aumentato del 10% a notte – e quelli delle crociere che soggiornano in città per 24 ore o meno – dovranno pagare 8 Euro a persona.

Secondo The Telegraph anche Venezia sta facendo il suo, introducendo una tassa di soggiorno che varia da 3 a 8 Euro, a seconda del periodo dell'anno. La Scozia sta pensando di introdurre una tassa di soggiorno sui campeggiatori ed Edimburgo sta valutando di chiedere 2 Euro a notte ai visitatori in transito.

La Nuova Zelanda, dal canto suo, ha recentemente applicato una tassa di ammissione di 19 Dollari e molti paesi hanno nuove tasse di partenza, tra cui il Giappone, il Messico e la Malesia – alcuni paesi lo aggiungono al prezzo del biglietto aereo.

È giusto? Non è giusto? Le opinioni sono contrastanti visto che i turisti sono utili per le città, certo, ma fino a un certo punto, non tutte le forme di turismo contribuiscono veramente all'economia locale.

Speriamo solo che questi soldi vadano davvero a migliorare le città e a rendere migliore il turismo che verrà.

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER