In Italia si sprecano 12,3 miliardi di euro di cibo

Condividi questo articolo:

In Italia si spreca troppo cibo. La maggior parte degli avanzi viene cestinata, mentre potrebbe essere recuperata e data a chi di cibo non ne ha 

L’Italia spreca troppo cibo, che potrebbe essere recuperato e riutilizzato. In particolare, ogni anno in Italia vengono buttati via 12,3 miliardi di euro di cibo, di cui la metà viene cestinata direttamente dai consumatori: si sprecano 42 kg a persona di avanzi non riutilizzati e alimenti scaduti. E in denaro tutto questo si traduce il 117 euro procapite l’anno. A dirlo è l’indagine ‘Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità’ realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e Politecnico di Milano in collaborazione con Nielsen Italia. Tutto il cibo non utilizzato potrebbe essere, infatti, recuperato e portato sulla tavola di chi non ne ha a sufficienza. 

Gran parte del cibo che avanza oggi, invece, non viene recuperato e solo una piccola parte di esso, poco più del 6%, viene donata alle ‘banche del cibo’ o ad enti caritativi. Anche se, in realtà, quasi il 50% delle eccedenze generate nella filiera agroalimentare è facilmente recuperabile per l’alimentazione umana. 

Come mai si spreca così tanto cibo? Secondo gli esperti, la ragione principale di tutto questo spreco è il disallineamento tra domanda e offerta, ovvero tra quanto si produce e quanto si compra. 

(gc)
Questo articolo è stato letto 16 volte.

alimentazione, avanzi cibo, cibo, cibo non utilizzato, dieta, spreco cibo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net