ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
'Un concerto per le feste' all'Istituto Polacco di Roma-Libri: networking per costruire il futuro, esce 'Il Potere delle relazioni' di Marco Vigini-Ucraina, Architetti italiani 'in campo' con 'Design for Peace'-Design: Talenti compie 20 anni, outdoor made in Italy tra design e tecnologia-Subito, 2023 con incremento a doppia cifra fatturato rispetto al 2022 -Gallucci (Giovani Confindustria Fermo): "Il marketing a difesa del primato distretto calzatura Marche"-Mozzarella di bufala Dop: export oltre 40%, al via da Parigi tour di promozione-Crollo Firenze, Di Franco (Fillea): "Incontro lunedì con governo? vogliamo trattativa vera"-Milleproroghe, l'esperto: "Ecco come funzionano le nuove regole sul contratto a termine"-Vino, al via corso Onav Roma per assaggiatori - I livello-Fenimprese: ecco libro 'E' nata una stella', ricavato in beneficenza-Social, Udicon: influencer no, recensioni on line sì, ecco come italiani scelgono acquisti-Energia, Zullo (Miwa Energia): "Fine tutela, centrali trasparenza e attenzione per utente"-Professioni, Corrado Sassu: "L'agente immobiliare è l'investigatore privato di chi cerca casa"-Crollo Firenze, Cifa Italia: "Creare sistema di rating di qualità delle imprese"-Crollo Firenze, Panzarella (FenealUil): "Tavolo permanente su sicurezza, modello Giubileo per limiti a subappalto a cascata"-Tributaristi: "Sì aggiornamento professionale come garanzia e tutela utenza"-Mestieri: non solo scarpe, a lezione di creatività e imprenditorialità dal maestro calzolaio di Acilia-Municipia-Yunex Traffic Italia, insieme per trasformazione digitale mobilità urbana-Crollo Firenze, ingegneri: "Subappalto a catena ostacolo all’attuazione del piano sicurezza"

In Italia si sprecano 12,3 miliardi di euro di cibo

Condividi questo articolo:

In Italia si spreca troppo cibo. La maggior parte degli avanzi viene cestinata, mentre potrebbe essere recuperata e data a chi di cibo non ne ha 

L’Italia spreca troppo cibo, che potrebbe essere recuperato e riutilizzato. In particolare, ogni anno in Italia vengono buttati via 12,3 miliardi di euro di cibo, di cui la metà viene cestinata direttamente dai consumatori: si sprecano 42 kg a persona di avanzi non riutilizzati e alimenti scaduti. E in denaro tutto questo si traduce il 117 euro procapite l’anno. A dirlo è l’indagine ‘Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità’ realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e Politecnico di Milano in collaborazione con Nielsen Italia. Tutto il cibo non utilizzato potrebbe essere, infatti, recuperato e portato sulla tavola di chi non ne ha a sufficienza. 

Gran parte del cibo che avanza oggi, invece, non viene recuperato e solo una piccola parte di esso, poco più del 6%, viene donata alle ‘banche del cibo’ o ad enti caritativi. Anche se, in realtà, quasi il 50% delle eccedenze generate nella filiera agroalimentare è facilmente recuperabile per l’alimentazione umana. 

Come mai si spreca così tanto cibo? Secondo gli esperti, la ragione principale di tutto questo spreco è il disallineamento tra domanda e offerta, ovvero tra quanto si produce e quanto si compra. 

(gc)
Questo articolo è stato letto 45 volte.

alimentazione, avanzi cibo, cibo, cibo non utilizzato, dieta, spreco cibo

Comments (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net