ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Harris, primo comizio verso nomination: "Conosco i truffatori come Trump"-SuperEnalotto, numeri combinazione vincente oggi 23 luglio-Catania, donna trovata impiccata in casa di villeggiatura: non si esclude alcuna ipotesi-Francia, Macron: "Nuovo governo dopo le Olimpiadi di Parigi 2024"-Poste, rinnovato contratto: aumento di 230 euro e sperimentazione settimana corta-Kamala Harris è 'brat', una star del pop può spostare i voti dei giovani-Decreto carceri, opposizioni abbandonano lavori commissione Senato-Balneari, grido d'allarme in lettera a Gualtieri: "Mare di Roma destinato a stagione buia"-Biden negativo al covid: "Non ha più sintomi"-Scampia, l'esperta: "Difficile dire ora causa crollo ma con edificio datato serve manutenzione"-Turismo, Leonardo Hotels lancia la partnership con Ferrari Club Passione Rossa-Veglia cadavere della madre in casa per un mese, saponette per coprire l'odore-Tovaglieri (Gruppo ID): "No al divieto dei gas rinnovabili in Europa"-Cade da un'altezza imprecisata, morto operaio 22enne nell'alessandrino-Si schianta con il parapendio su pista ciclabile, morto turista 29enne-Scampia, Campus (Architetti): "Tragedia annunciata, no a social housing che accelera degrado"-Squeri (FI): "Lontani dall’elettrico, c’è bisogno di altro"-Fidanza (ECR): "Sostenibilità e competitività per un Europa green"-Slash, morta figlia di 25 anni: la scia di lutti tra rampolli vip-Ex Whirlpool, Granisso: "Progetto Italian Green Factory avanti rispettando step prefissati"

Falso ‘Bio’/ 3 Quando un prodotto e’ davvero biologico

Condividi questo articolo:

Negli ultimi anni sono sempre più presenti nell’alimentazione degli italiani, come punto di riferimento fisso per il mangiar sano. Ma da dove nasce la definizione di prodotto ‘biologico’?

Oggi rappresentano la “bussola” alimentare per molte famiglie italiane, il punto di riferimento del “mangiar sano”. I prodotti biologici sono sempre più centrali nell’alimentazione degli italiani. Lo dicono gli ultimi dati relativi alle vendite e lo dice l’ormai fissa presenza del “bio” nei negozi e supermercati.

Ma da dove nasce la definizione di “biologico”? L’ha stabilita l’Unione europea, con il Regolamento n. 2092 del 24 giugno 1991. Venti anni fa è stato deciso il “disciplinare” di produzione che avrebbe permesso a un cibo di essere etichettato “bio”, mentre quattro anni fa – con un altro Regolamento, datato 28 giugno 2007 – le norme sono state ribadite. Sono, pertanto, alimenti biologici quelli prodotti da un agricoltura che fa affidamento prevalentemente sulle risorse rinnovabili; che ricicla i rifiuti e li restituisce come elementi nutritivi alla terra; che preserva la fertilità del suolo e ne previene l’erosione; che, insomma, sfrutta le sostanze naturali per coltivare la terra.

La certificazione di conformità “bio” è rilasciata dagli Organismi di Certificazione Prodotti Biologici accreditati dal MipAAF (Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali), a seguito di controllo ispettivo diretto e dopo la verifica della rispondenza della documentazione di supporto, del rispetto dell’iter procedurale standardizzato e dell’esito delle analisi svolte su campioni di prodotto in conformità al piano di campionamento.

Giacomo Gallo

Questo articolo è stato letto 62 volte.

bio, biologico, falso bio, naturale, prodotto bio, Quando un prodotto e’ davvero biologico, sano, Ue

Comments (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net