A Roma meno autobus elettrici. Mancano i soldi per acquistare le batterie

Condividi questo articolo:

A Roma meno autobus elettrici. Perche? L’Atac non ha i soldi per comprare le batterie dei mini bus che attraversano gran parte del centro storico

 

L’Atac, l’azienda municipalizzata dei trasporti a Roma, ha diminuito la frequenza degli autobus elettrici, i mini bus delle linee 116, 117, 119 e 125 che transitano all’interno del centro storico della Capitale, dal Gianicolo all’Isola Tiberina, da Piazza del Popolo a Piazza di Spagna, passando per i posti più belli e centrali della città eterna.

Cosà sara successo? Semplicemente – rispondono fonti dell’Atac ad ECOSEVEN.net – l’azienda non ha i soldi per acquistare le batterie che consentono ai mini bus di trasportare i viaggiatori. Ed è così che si assiste, in queste mattine, presso le fermate di queste linee a code di turisti che devono entrare nelle poche vetture che si muovono con ritardo e che sembrano trasportare carri bestiame.

L’Atac, nota a Roma negli ultimi mesi per la gestione e per l’influsso di alcuni politici e amministratori locali, è al centro di uno scandalo per assunzioni di tipo clientelare, non versa in una situazione rosea. Quando si dice che bisogna migliorare la mobilità, e bisogna rendere la mobilità sostenibile. Quale migliore esempio degli autobus elettrici, i mini bus che scarrozzano per il centro di Roma? Ma per ora bisognerà aspettare che l’azienda trovi le risorse per l’acquisto delle batterie. E’ la dura legge della sostenibilità, in questo caso immobile. (mig)

Questo articolo è stato letto 1 volte.

atac, autobus a Roma, autobus elettrici a Roma, Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net