Autobus: linee separate per residenti e rom?

Il sindaco di  Borgaro (Torino) ha pensato, per difendere i propri concittadini, di realizzare due linee separate per residenti e rom



La mobilità di Borgaro, una cittadina nella periferia di Torino, potrebbe essere rivoluzionata. Non parliamo di nuovi autobus elettrici, di orari o di tagli al trasporto pubblico, ma della creazione (ancora in forse) di due linee separate per residenti e rom.

La proposta arriva dal sindaco che, con questa decisione, intende difendere i propri cittadini: 'qui con il campo nomadi c'è una situazione tale che se vogliamo garantire sugli autobus la sicurezza dei cittadini dobbiamo istituire due linee separate: una per i cittadini, l'altra per i rom'.
Da anni, infatti, la linea dell'autobus che porta all'aeroporto prevede una fermata davanti al campo nomadi. Nessun problema, se non fosse per il fatto che 'troppo spesso e da troppo tempo' molti giovani rom che salgono sull'autobus molestano i passeggeri, li derubano, danno loro fastidio. Così il sindaco Gambino ha pensato di fare un doppio servizio di autobus, e prevediamone uno che non si fermi alla fermata del campo nomadi.

GC

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER