A Milano arriva lo scooter sharing

Dal 21 marzo parte nel capoluogo lombardo il nuovo servizio di noleggio scooter. Tariffe intorno ai 30 centesimi al minuto



Non più solo car sharing. Il Comune di Milano accelera sull'introduzione dello scooter sharing, la condivisione dello scooter come mezzo alternativo per spostarsi in città. La novità dovrebbe partire il 21 marzo prossimo con una flotta disponibile di 1.500 motorini, alcuni anche elettrici. Il servizio di noleggio funzionerà esattamente come con le auto o le biciclette: la tariffa sarà di circa 30 centesimi al minuto, con la possibilità, garantita dallo scooter, di muoversi in fretta nel traffico cittadino.

La giunta comunale ha approvato la delibera e ora si aspetta solo il bando che sarà aperto a soggetti pubblici e privati, capaci di garantire un servizio 24 ore su 24, 7 giorni su 7, con una flotta di almeno 120 mezzi, ognuno con uno o due caschi a disposizione del conducente e dell’eventuale passeggero. Il noleggio delle moto è previsto solo per i maggiorenni, mentre si prevede che i gestori organizzino con cadenza regolare corsi di sicurezza stradale per gli abbonati.

Al bando potrebbe partecipare l'italiana Piaggio (insieme ad Eni che ha già avviato con successo il car sharing “Enjoy”), ma anche società straniere, come la spagnola Motit che già fornisce il servizio a Barcellona e la giapponese Yamaha.

AS

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER