1 ottobre: sciopero Atac 24h

 

Proclamato per il 1 ottobre uno sciopero di 24h del personale Atac

 



 

1 ottobre nero per la città di Roma: in quella giornata è stop ai mezzi pubblici. A proclamare l'agitazione, già in programma da tempo, è il sindacato autonomo Usb, che dopo gli ultimi due episodi conferma le sue volontà: 'Due nuovi episodi nell’ultimo fine settimana, l’aggressione in strada ad una autista dell’Atac nella zona di Corcolle sabato e ronde organizzate da Forza Nuova e sgherri dell’ex- sindaco Alemanno nella stessa zona con aggressione e pestaggio di giovani migranti. I giornali hanno riportato la prima notizia, dove si evidenzia che gli autisti sono lasciati soli a coprire il disservizio sempre più pesante dell’azienda. Ma la seconda notizia, la caccia all’africano che si è scatenata nella giornata di ieri nella zona di Corcolle, dove due ragazzi sono stati massacrati di botte solo perché riconosciuti di pelle diversamente colorata, è la conseguente conclusione di una vicenda inquietante'.

 


Secondo Usb 'i quartieri periferici sono sempre più tagliati fuori dalla comunicazione con il resto della città. Le linee pubbliche e private (Atac e Tpl) vengono in parte soppresse e in parte ridimensionate, le attese alle fermate aumentano e fuori dagli orari di punta le corse sono molto diradate.Il taglio dei servizi esaspera gli animi degli utenti tutti, italiani e stranieri'.
 
Ma quello che si chiede, realmente, è 'Da una parte la garanzia di sicurezza per chi lavora, che non può essere individuato come il responsabile di una situazione che non ha contribuito a creare; dall’altro  lato la lotta ai tagli che colpiscono tutti ma in particolar modo quella parte di popolazione che non ha altri mezzi per spostarsi. Il tema è: come mettere insieme l’esasperazione di chi vive le periferie con la rabbia degli autisti che contestano da tempo le politiche di Atac e del Comune sulla gestione della mobilità urbana?ì. La risposta per Usb è: più servizi per la città e più garanzie per chi lavora.

gc

 



 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER