La capitale delle bici svela i suoi segreti

Una delegazione di 43 amministratori di Comuni italiani e responsabili della Federazione italiana amici della bicicletta (Fiab) è a Reggio per un viaggio di studio, organizzato dalla stessa Fiab, per conoscere le politiche reggiane di mobilità, in particolare rispetto alla ciclabilità e alla moderazione del traffico, al mobility manager delle scuole e all’iniziativa bici-bus.

I visitatori approfondiranno il piano della ciclabilità urbana, la progettazione e realizzazione di collegamenti ciclabili, gli attraversamenti stradali con piste ciclabili, la segnaletica sulle piste ciclabili, i percorsi sicuri casa-scuola, i bicibus scolastici, le ‘zone 30’, il doppio senso di marcia per le bici su strade a senso unico per le auto, le strategie di contrasto al furto di biciclette.

Il vicepresidente nazionale Fiab e funzionario dell’ufficio Mobilità ciclabile del Comune Gianfranco Fantini, spiega: ‘’Alla delegazione illustriamo il ‘Manifesto per una mobilità sicura, sostenibile e autonoma nei percorsi casa-scuola’, sottoscritto da scuole e istituzioni reggiane, con il coinvolgimento delle famiglie, per individuare i progetti per la mobilità in bicicletta dei più piccoli. Il manifesto prevede, tra l’altro, l’individuazione in ciascuna scuola del `mobility manager’, l’attivazione di progetti per la messa in sicurezza dei percorsi casa-scuola e delle aree antistanti gli edifici scolastici’’.

La delegazione comprende rappresentanti sia politici sia tecnici provenienti da Trento, Abbiategrasso, Bassano del Grappa, Imola, Novara, Pescara, Arezzo, Fano, Vicenza, Siena, Cremona, Varese, Sestri Levante, Torino e Cornedo Vicentino e rappresentanti delle associazioni Fiab di Trento, Novara, Arezzo, Roma, Modena, Pescara, Lodi, Cremona, S. Donà di Piave, Mirano, Siena.

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER