A Londra arrivano le autostrade per le bici

Boris Johnson, sindaco di Londra, vuole rivoluzionare la viabilità e punta a creare vere e proprie autostrade per le biciclette

Londra alle prese con la rivoluzione viabilità. Il sindaco della capitale britannica, Boris Johnson, ha presentato infatti un ambizioso piano per la ciclabilità urbana con l’obiettivo di creare vere e proprie autostrade per le biciclette in modo da incentivarne l'uso per ridurre il traffico e l'inquinamento. Il progetto, che include la creazione di circa 15 miglia di corsie per le bici perfettamente separate e protette dalle auto, prevede di articolarsi su due assi. In periferia verranno create strade ciclabili in stile 'olandese' mentre la città potrebbe essere traversata da ovest a est con piste ciclabili lungo il Victoria embankment e la Westway.

Le nuove piste dovrebbero essere realizzate nei prossimi quattro anni e sarebbero denominate a seconda delle coincidenti fermate della metro o dei bus. Il piano prevede anche profonde modifiche al sistema degli incroci, con una riduzione dei limiti di velocità per le macchine ai 20 km orari in modo da ridurre i rischi per i ciclisti.

Altro elemento del piano, varato dal sindaco di Londra, l'introduzione di una nuova rete di bike-sharing analogo a quello della Barclays Cycle Hire ma riservato alle bici elettriche.

(g.cat.)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER