ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Mo, accordo di pace tra Israele ed Emirati-Milano: Richetti, 'Sala da Grillo? elettori chiedono responsabilità e buon governo'-**Dj morta: nuovo sopralluogo su traliccio alla presenza del Procuratore**-Ponte Morandi, Panzarella (Feneal Uil): "Simbolo di una situazione del Paese"-**Dj morta: Procuratore Patti, 'omicidio o suicidio? Tante le ipotesi in piedi'**-Dj morta: Procuratore Patti, 'stiamo analizzando le immagini di videosorveglianza'-Coronavirus: un solo contagio in province Como, Cremona, Lodi e Sondrio-Zambrano (Ingegneri): "Per manutenzione infrastrutture assumere 85mila tecnici"-Coronavirus: aumentano guariti in Lombardia, 11 in terapia intensiva-Fase 3: Deloitte, nei prossimi 3 mesi 22% italiani potrebbe prendere volo domestico-Milano: De Corato, 'tra Sala e Grillo chi è il più comico?'-Milano: uccide una persona in Francia, arrestato vicino alla stazione Centrale-XMIA Dj morta: spunta telefonata a numero emergenza 'incidente, a bordo donna e bimbo'-**Dj morta: nuovo sopralluogo degli inquirenti nel luogo del ritrovamento di Viviana**-Itinerari Previdenziali, senza blocco e cig fino a 900.000 licenziamenti-Dazi: Cia, bene decisione Trump, continuare sforzo diplomatico (2)-Petrolio: Gros (Ceps), 'livello attuale favorevole all'Europa'-Petrolio: Gros (Ceps), 'livello attuale favorevole all'Europa' (2)-Fase 3: associazioni antiusura e consumatori, riformare legge su sovraindebitamento-Fase 3: associazioni antiusura e consumatori, riformare legge su sovraindebitamento (2)

Rinnovabili, il moto ondoso dell’Adriatico favorira’ lo sviluppo di energia pulita

Condividi questo articolo:

Il Mare Adriatico potrebbe diventare nei prossimi 90 anni la culla delle energie rinnovabili, sono stati studiati infatti i moti ondosi dei prossimi decennni. Sono stati calcolati i venti futuri con formule matematiche

Alcuni studiosi dell’Istituto di Scienze Marine del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Venezia) hanno recentemente raggiunto un importante obiettivo scientifico che potrebbe influenzare notevolmente le strategie legate alla produzione di energie rinnovabili del nostro Paese nei prossimi decenni. Nel lavoro vengono infatti “anticipate” le onde che dovrebbero verificarsi all’interno del mare Adriatico nel periodo 2070-2100.

Per raggiungere questo obiettivo, i ricercatori del CNR hanno utilizzato un modello matematico in grado di prevedere il moto ondoso che verrà stimolato dai venti “futuri”, rappresentati a loro volta da un complesso sistema climatico ad alta risoluzione.

Dopo aver “avvalorato” i risultati ottenuti da questo strumento di previsione numerica (attraverso un delicato confronto con i dati riferiti allo stato dell’Adriatico tra il 1965 e il 1994) gli studiosi veneziani sono riusciti, tra l’altro, a concludere che l’altezza media delle onde nell’Adriatico tra il 2070-2100 sarà inferiore di circa il 5-10% rispetto a quella attuale.

Un dato questo, apparentemente insignificante ma che, nel dettaglio, potrebbe fornire ai centri di ricerca e ai futuri investitori, indicazioni utili su dove posizionare e rendere più efficienti i parchi eolici offshore del futuro.

(ML)

Questo articolo è stato letto 2 volte.

energia, energie rinnovabili, eolico offshore, moto ondoso del Mare Adriatico, rinnovabili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net