Pulizie creative / Soluzioni eco per la cura della casa 2

Continuiamo ad esplorare trucchi, soluzioni e prodotti naturalie ed ecologici per la cura e l'igiene della casa. e non lo avete già fatto acquistate qualche spruzzino(in plastica riciclata o meglio ancora in vetro): sostituirà flaconi e ingombranti confezioni in plastica dei classici detersivi chimici

Le sostanze non decomponibili, o che si decompongono a lungo termine, rimangono nel suolo senza che questo sia in grado di assorbirle: nota e visibile causa d’inquinamento. Moltissimi prodotti sintetici moderni, tranne la bioplastica, non possono quindi essere decomposti in natura ed essere assorbiti dal terreno. Anche se fortunatamente non tutte le sostanze e i liquidi non biodegradabili sono pericolosi, meglio essere prudenti e riscoprire alcune efficaci soluzioni per l’igiene della casa e della persona.

Usiamo allora metodi naturali, i cosiddetti metodi di una volta. Nel precedente articolo abbiamo trattato del pulitore multiuso, del lavavetri e del detersivo per piatti e lavastoviglie. Ora parleremo dell’anticalcare, del detersivo per bucato e dell’antimuffa, tutti rigorosamente ecologici.

Anticalcare

L’aceto in soluzioni dal 20 al 50%  è un potente anticalcare per la pulizia di bagni e cucina. Nel caso di diluizione minore (più concentrato) si consiglia un risciacquo con una spugna o uno strofinaccio morbido, per eliminare possibili tracce e odori. Se il calcare è persistente aggiungere l’aceto all’acqua calda. Per disostruire i rompi getto dei rubinetti sarà invece opportuno svitarli e tenerli a bagno in aceto puro per almeno 12 ore prima di togliere via con una spugnetta abrasiva gli eventuali residui di calcare più persistenti.

Detersivo per bucato


Usate metà dose di detersivo per i panni, meglio se già ecologico. Versatelo nella pallina dosatrice aggiungendo un cucchiaio di bicarbonato, contro odori e calcare. Pretrattare le macchie con sapone di Marsiglia.  Come ammorbidente va ancora benissimo l’aceto o dell’acido citrico al 15% (mescolare in 1 lt d’acqua 150 gr di acido citrico anidro puro.




Antimuffa


Per mantenere pulite da tracce di muffa docce, piastrelle e muri  usate del bicarbonato. La sua alcalinità non permette alle muffe di formarsi. Una soluzione che elimina il problema alla radice. Al posto della candeggina, basterà pulire il muro a secco con un panno in microfibra. Poi, usando lo stesso panno bagnato con acqua e bicarbonato, bisognerà strofinare nei punti in cui la muffa si è formata. Se poi dovete riverniciare murature umide o particolarmente soggette alla formazione di muffe sono in commercio pitture antimuffa con un Ph basico che ne impedisce la formazione.





 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER