Come lavare in casa il cappotto di lana

Il cappotto di lana, anche se consigliato di lavare a secco, puo’ essere lavato a casa, risparmiando sulla tintoria

Le alte temperature di questi giorni ci spingono verso il cambio dell’armadio: i piumini pesanti fanno spazio a quelli più leggeri e i cappotti di lana sembrano quasi essere cosa passata. Se li riponiamo ora o tra qualche settimana, per essere più sicuri di non farci cogliere impreparati da un’ondata di freddo improvvisa, dobbiamo comunque lavarli. Ma la dicitura ‘a secco’ ci impone di non lavarlo a casa. O forse no, i cappotti di lana possiamo lavali fai da te, sia che sia consigliato di fare il trattamento a secco, sia che sia possibile lavarli in acqua.

Per lavare i cappotti a secco è necessario, prima di tutto, che sia una giornata di sole. Quindi preparare una soluzione con 4 litri di acqua fredda e 1/2 litro di ammoniaca. Per non stropicciare il cappotto appendiamolo ad una gruccia e con l’aiuto di una spazzola mobida, iniziare a spazzolare il cappotto con la soluzione. Spazzolare con più attenzione sulle cuciture, sul collo, le tasche e sotto le ascelle. Appendere il cappotto ad asciugare lontano da fonti di calore, mai al sole, ma in un luogo asciutto e caldo.

 

Se è possibile lavare il cappotto in acqua, allora possiamo utilizzare la lavatrice, scegliendo ovviamente il lavaggio specifico ‘lana’ o ‘a mano’. Meglio, però, lavarlo realmente a mano: in questo caso  riempire una grande bacinella con dell'acqua fredda e mezzo bicchiere di sapone liquido neutro oppure usare uno shampoo per bambini. Lasciare in ammollo il cappotto per circa 10 minuti. Strofinare delicatemanete le macchie. Sciacquare e appendere il cappotto con un attaccapanni robusto e lasciarlo sgocciolare e quindi lasciare asciugare in un luogo asciutto. 

gc

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER