Controlleremo Facebook direttamente col nostro cervello?

Zuckerberg ha annunciato che presto i dispositivi indossabili saranno capaci di leggerci nella mente

Secondo quanto riferito da CNBC, in un evento ospitato dal centro di ricerca Chan Zuckerberg BioHub e sostenuto da Facebook, il CEO del social network, Mark Zuckerberg, ha ribadito che spera, un giorno, di rilasciare un dispositivo indossabile controllato dal cervello, che sostituisca il mouse e la tastiera con l'attività cerebrale.

La notizia arriva dopo che Facebook ha acquistato, per quasi un miliardo di dollari, la startup CTRL-labche si occupa dell'interfaccia cervello-computer; la startup sta sviluppando un braccialetto, che consente agli utenti di controllare avatar virtuali con la sola attività cerebrale.
L'interfaccia cervello-computer di Facebook è stata annunciata per la prima volta durante una conferenza dell'azienda nel 2017: il dispositivo indossabile non invasivo è pensato per consentire agli utenti di digitare, semplicemente immaginando di parlare.

La tecnologia è ancora nelle sue fasi iniziali e, durante l'evento, il CEO di Facebook ha chiacchierato con il Dr. Joe DeRisi e il Dr. Steve Quake del Chan Zuckerberg BioHub, che hanno rispettivamente ricordato che esistono rischi per la salute legati alla tecnologia impiantabile, ma che i sistemi impiantabili possono decodificare il discorso interno in tempo reale, una cosa che potrebbe aiutare le persone con limitate capacità fisiche o del linguaggio derivanti da un ictus, ad esempio.

Secondo Zuckerberg, la realtà è che i dispositivi indossabili che toccano solo la superficie della pelle avranno probabilmente funzionalità limitate per chi ha delle limitazioni fisiche e che, quindi, in quei casi, le persone potrebbero aver bisogno di un dispositivo impiantato per riuscire a fare lo stesso.

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER