Libri VS Social Media

Quanti libri avresti potuto leggere se non controllassi ossessivamente i social media? Te lo dice un'app

Il ruolo dei social network nella nostra vita è diventato praticamente soverchiante. Viviamo le nostre giornate in simbiosi con il telefonino e ogni notifica che arriva, ogni suono che giunge dai nostri smartphone ci distoglie, anche per un secondo, da quello che stiamo facendo – che sia una conversazione importante, un incontro di lavoro o una sessione di cyclette in palestra.
Instagram, Facebook, Twitter, WhatsApp e gli altri assorbono le nostre attenzioni, facendoci distaccare da tutto ciò che non ha bisogno di uno schermo per esistere, anche i libri.

Proprio per questo, è nata un'app che si spera ci faccia rendere conto, almeno in parte, di quanto i social ci stiano facendo perdere: si tratta di una calcolatrice, che ti dice il numero di libri che avresti potuto leggere se non avessi controllato ossessivamente i social media.

Lanciata da Omni Calculator, l'app funziona inserendo il numero di volte che visiti i siti di social media ogni giorno/ogni ora/ogni minuto (puoi scegliere tu l'unità di misura) e per quanto tempo rimani connesso. Una volta che viene calcolato il tempo sprecato in totale, quel numero viene diviso per i seguenti fattori:
- lunghezza media del libro da leggere (in pagine)
- lunghezza media nella pagina (in parole)
- velocità media di lettura (in parole/minuto o in minuti per pagina),
e poi ti viene comunicato il numero di libri che potresti leggere in un anno/un mese/una settimana (a seconda di quello che vuoi sapere).

È davvero molto inquietante scoprire quanto tempo si perde in questa cosa effimera di guardare le foto delle vacanze altrui, le storie che mostrano 12 secondi di video di concerti a cui non sei andato, i post demagogici dei politici di turno o le inserzioni sponsorizzate degli influencer.

La speranza, ovviamente, è che questa presa di coscienza sia una spinta alla disintossicazione – tra l'altro, la calcolatrice è accompagnata da un articolo che spiega gli effetti dei social media sulle persone e la maniera in cui inducono dipendenza e afferma, tra l'altro, che tagliare almeno il 75% del proprio tempo sui social non avrà alcun effetto collaterale negativo sui contatti e le amicizie reali.

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER