L'apocalisse di Tinder

La più famosa app di incontri vuole accoppiare le persone in base alla loro strategia di sopravvivenza a una catastrofe

Tinder è un'applicazione di matchmaking, che permette alle persone di scegliersi, di chattare, di incontrarsi, in modo da avere sempre la possibilità di trovare compagnia, in qualsiasi parte d'Italia e degli altri 195 paesi al mondo in cui funziona. Visto il grande uso che se ne fa, si direbbe che funziona molto bene quest'app, ma i suoi sviluppatori sono sempre alla ricerca di nuove opzioni per attirare altri utenti.

E così stanno lanciando una specie di gioco d'avventura che si chiama Swipe Night, una storia settimanale che vedrà i partecipanti messi di fronte a scelte difficili, ambientate in uno scenario fittizio di fine mondo e, come racconta Wired, Tinder poi utilizzerà quelle scelte per accoppiare le persone in base alle loro strategie di sopravvivenza a un'apocalisse.
Il team Z, ovvero la divisione di Tinder che si occupa di attirare i membri della generazione Z verso l'uso dell'app, ha pensato che fare un evento a tema 'apocalisse', visti i tempi che corrono, avrebbe fatto breccia nell'attenzione di un pubblico più giovane che sta crescendo in un mondo che sembra già essere sull'orlo del collasso.

L'evento settimanale Swipe Night ha lo scopo di coinvolgere le persone facendole giocare, ma sempre con l'obiettivo di farlo per arrivare ad avere un appuntamento, visto che quello che succede nel gioco potrebbe anche segnare l'inizio di qualche conversazione. In ogni caso, come dice Wired, «il nuovo algoritmo di abbinamento verrà sovrapposto ai filtri preesistenti, come le preferenze per età, sesso e localizzazione».

Chissà se funzionerà, staremo a vedere.

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER