Lo sport fa bene al sistema nervoso

Gli esercizi fatti con le gambe mandano segnali al cervello vitali per la produzione di cellule neurali sane

La salute neurologica dipende anche dai segnali inviati dai grandi muscoli, come quelli delle gambe. Questa la conclusione a cui è arrivato uno studio pubblicato su Frontiers in Neuroscience, che mette in discussione quanto sapevamo sul sistema nervoso e sul cervello.

"Il nostro studio supporta l'idea che le persone che non sono in grado di fare esercizio - come pazienti che sono a letto o persino gli astronauti - non solo perdono la massa muscolare, ma la loro chimica corporea è alterata a livello cellulare", ha spiegato la dott.ssa Raffaella Adami dell'Università degli Studi di Milano.

Nell’esperimento, i ricercatori hanno limitato la funzionalità delle zampe posteriori dei topi per un periodo di 28 giorni. I topi continuavano a mangiare e a pulirsi normalmente e non mostravano stress.

Alla fine del processo, hanno esaminato un'area del cervello chiamata zona sub-ventricolare, che in molti mammiferi ha il ruolo di mantenere la salute delle cellule nervose. È anche l'area in cui le cellule staminali neurali producono nuovi neuroni.

La limitazione dell'attività fisica ha ridotto del 70% il numero di cellule staminali neurali rispetto a un gruppo di controllo di topi che poteva muoversi liberamente.

La ricerca ha mostrato quindi che ridurre l'esercizio fisico non solo non ci aiuta a rimanere giovani ma impedisce al corpo di produrre quelle cellule nervose che ci permettono di gestire lo stress e adattarci alle sfide della nostra vita.

E’ un importante passo in avanti per i medici che oggi hanno nuovi indizi sul perché i pazienti con malattia dei motoneuroni, sclerosi multipla, atrofia muscolare spinale e altre malattie neurologiche peggiorano quando il loro movimento diventa limitato.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER