ENEA: a fare il check up sarà presto una maglietta

Dal laboratorio Micro e nanostrutture per la fotonica, una maglietta in grado di prendere i parametri vitali

Si tratta di una maglietta “intelligente”, capace di registrare la frequenza cardiaca e dati respiratori, grazie a una nuova applicazione tecnologica sviluppata da ENEA e dall’ Università Campus Bio-Medico di Roma.

I ricercatori hanno utilizzato sensori in fibra ottica, inseriti in particolari materiali polimerici. Il risultato è un prodotto utile in medicina sportiva, capace di sostituire i metodi tradizionali di monitoraggio che prevedono un utilizzo importante di cinghie sul corpo.

“Testata su ciclisti in allenamento simulato, la maglietta ci ha permesso di monitorare i parametri degli atleti, in particolare i volumi compartimentali e la frequenza respiratoria, che possono risultare utili per ottimizzare il training e migliorare le prestazioni” ha dichiarato Emiliano Schena, docente presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma.

Queste magliette consentono anche di monitorare, senza arrecare fastidio, alcuni parametri legati agli atti respiratori durante esami impegnativi come la risonanza magnetica. In più, possono essere tolte velocemente in caso di bisogno, permettendo un intervento tempestivo.

ENEA si è occupata dell’aspetto tecnologico del sensore e del cablaggio, mentre l’Università Campus Bio-Medico ha ottimizzato il posizionamento dei sensori per misurare al meglio i parametri fisiologici. Il progetto, che è stato autofinanziato dai due partner, prevede anche una serie di nuove possibili applicazioni della tecnologia in fibra ottica.

Nel frattempo, alcuni ricercatori giapponesi hanno realizzato un nuovo sensore ultrasottile, leggero e traspirante, capace di monitorare elettricamente l'attività muscolare e la temperatura corporea. Insomma, la medicina sarà – per fortuna – sempre meno invasiva.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER