C'è un rapporto tra mela e colesterolo?

Il consumo di mele potrebbe influire sulla produzione di colesterolo

L'Università di Napoli ha da poco pubblicato una ricerca dedicata all'effetto di estratti polifenolici di mele sul colesterolo.

Lo studio, pubblicato recentemente sulla rivista Pharmanutrition, ha dimostrato che un nuovo prodotto nutraceutico a base di estratti polifenolici di mele potrebbe servire nella riduzione del colesterolo e potrebbe sostenere la salute cardiovascolare, diminuendo la solubilità e l'assorbimento del colesterolo nell'intestino.

I ricercatori hanno scoperto che l'estratto di mela era in grado di abbassare la solubilità del colesterolo fino all'86% durante i test in vitro. Hanno poi effettuato uno studio crossover randomizzato, controllato in doppio cieco e con un follow-up di 50 donne e uomini sani. I soggetti avrebbero dovuto intraprendere una dieta ricca di colesterolo per 10 giorni con o senza l'estratto di mela.

Chi assumeva l'estratto di mela aveva un'escrezione di colesterolo nelle feci del 35%. Le mele utilizzate nello studio erano della varietà Annurca.

Se uniamo questa scoperta alle precedenti, possiamo davvero dire che “una mela al giorno toglie il medico di torno”. E, per essere precisi, secondo gli ultimi studi a ridurre la necessità di andare dal medico sono ben 600 grammi di frutta al giorno

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER