Possiamo davvero difenderci con un tovagliolo?

Ideato un tovagliolo che ci dice se qualcuno ha drogato il nostro cocktail, cambiando colore

Si chiama Danya Sherman l'ideatrice di questo sistema per difendersi da una pratica che è diventata troppo comune per non destare paura. Ha raccontato che quello che l'ha spinta a creare questo sistema è stato proprio il fatto che è successo anche lei quello che purtroppo è capitato a moltissime altre ragazze: mentre studiava all'estero, in Spagna, nel 2016, un suo amico, un altro studente internazionale, ha drogato la sua bevanda e poi ha sfruttato quella situazione.

Secondo quanto dicono le statistiche, anche se la Sherman non ha raccontato in che modo questa situazione è stata «sfruttata», quello che succede nella maggioranza dei casi è che, a seguito del drogaggio della bevanda, c'è una violenza sessuale e un completo black out.
Dopo questa esperienza, Danya Sherman ha deciso di reagire e fondato un'azienda che si chiama Kno-Nap (da «know-napkin») e che si occupa di un un tovagliolo che cambia colore per indicare se una bevanda è stata drogata. Danya è fondatrice e CEO della compagnia, che è cresciuta fino ad avere uno staff di circa sette persone nell'ultimo anno e mezzo.

Kno-Nap è incredibilmente facile da usare. Il suo materiale è sensibile al rohypnol e alle altre sostanze che vengono definite droghe dello stupro, tutto quello che bisogna fare è bagnarlo con una piccola goccia del proprio drink. In due minuti, se sono presenti droghe, il tovagliolo cambierà colore, come avviene nel caso di un test di gravidanza. E, a quel punto, saremo in grado di decidere se la nostra bevanda è sicura da bere.

Kno-Nap non è ancora in vendita, ma quando lo sarà, avrà lo stesso costo di un normale tovagliolo, quello che la Sherman vuole non è che i singoli clienti si preoccupino di portarsi dietro i loro Kno-Nap, ma che bar, ristoranti e università li usino come uno standard del settore.
La società lancerà una raccolta fondi su Kickstarter durante l'estate e spera di mettersi sul mercato il prossimo anno.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER