Una vecchia linea ferroviaria diventa destinazione culturale

Condividi questo articolo:

Binari e stazioni dimenticate vengono rivalutati per celebrare la storia, la cultura  il paesaggio della Francia

Nella regione alsaziana della Francia orientale, lo studio di architettura Reiulf Ramstad Arkitekter con sede a Oslo e lo studio di design francese Parenthèse Paysage si sono uniti per trasformare la storica ferrovia di Rosheim-St Nabor, lunga 11 chilometri, in un nuovo punto di riferimento che celebra la storia, la cultura e il paesaggio della regione.

Riqualificato con lamiere curve di acciaio invecchiato simili a nastri, l’area assume una nuova vita artistica mentre le rotaie smantellate sono state adattate per il divertimento di ciclisti e pedoni.

Il progetto di riutilizzo adattivo è stato completato quest’anno.

Inaugurata nel 1902, la ferrovia Rosheim-St Nabor fu originariamente creata per servire le cave nelle colline dei Vosgi e per trasportare passeggeri tra cinque comuni. Per condividere la storia del paesaggio, i progettisti hanno ripercorso il binario esistente e hanno utilizzato ogni fermata del treno come opportunità per evidenziare le diverse caratteristiche del paesaggio e per creare una visione personale per ogni visitatore.

Alla prima fermata, hanno creato un padiglione labirintico con aperture accuratamente posizionate che incorniciano la vista selezionata dei paesaggio e hanno cercato di raccontare la storia del passato lasciando i binari dov’erano.

Alla fermata dopo, l’attenzione è rivolta al fiume: il letto è stato ampliato ed è stato costruito un grande anfiteatro all’aperto accanto all’acqua.

Dopo un lungo tunnel verdeggiante, viene lasciato spazio alla foresta nella terza fermata e poi alla storia della ferrovia nella quarta. All’ultima fermata, invece, la riqualificazione ha puntato a raccontare la storia delle cave e di come siano state gradualmente superate dalla natura, come si può vedere da un promontorio d’acciaio che dà modo di osservare il paesaggio che va oltre la vecchia costruzione umana.

 

Questo articolo è stato letto 1 volte.

ferrovia, luogo culturale, reinventata, storico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net