Ecoinvenzioni: il primo inchiostro fatto con lo smog

Condividi questo articolo:

È partita la raccolta fondi su Kickstarter per Air Ink

Questo inchiostro è fatto con lo smog… Del più puro! Deriva proprio da ciò che esce dalla marmitta delle auto.

È un progetto partito nei laboratori del celebre Mit (Massachusetts institute of technology) e ora approdato sulla piattaforma di crowdfunding kickstarter.

Vediamo come funziona: c’è un dispositivo (Kaalink) che si attacca al tubo di scappamento delle auto e raccoglie gli inquinanti in uscita. Il nerofumo raccolto viene quindi trattato per rimuovere metalli pesanti, sostanze cancerogene e creare diversi tipi di inchiostro.

“Mentre gli inchiostri più economici a base di nero di carbonio sono prodotti con la deliberata combustione di combustibili fossili, noi catturiamo il nerofumo già emesso dai veicoli”, spiegano gli inventori.

Un tragitto in auto di 45 minuti basta a ricaricare una penna.

Il risultato sono “marcatori e inchiostro serigrafico sicuri, ricaricabili, di alta qualità e resistenti all’acqua”, spiegano i ricercatori. Al momento la linea è composta da inchiostro per serigrafia, una penna e pennarelli di varie grandezze, ma ci sono anche prodotti decorati con la fuliggine, dalle scarpe al casco da moto.

Questo articolo è stato letto 10 volte.

Air, Air Ink, inchiostro, Ink, smog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net