Umore, sonno e stress influenzano il senso di controllo

Scoperto un nuovo legame tra salute fisica e mentale

Secondo uno studio, l'umore, la qualità del sonno e i livelli di stress possono influenzare il senso di “controllo”. Gli studiosi hanno scoperto infatti che questi tre fattori influenzano la misura in cui gli anziani sentono di poter tenere sotto controllo la propria vita. La ricerca, condotta da un team della North Carolina (NC) State University, è stata pubblicata recentemente sul Journal of Gerontology: Psychological Sciences.

Shevaun Neupert, professore di psicologia presso NC State e co-autore dello studio, ha spiegato che l'umore, il sonno e lo stress sono fattori fondamentali. La percezione di poter tenere “tutto sotto controllo”, negli adulti, influenza l'autonomia e può causare cambiamenti nel comportamento.

I ricercatori hanno valutato i dati di 205 partecipanti, di età compresa tra i 60 ei 94 anni, esaminando, in particolare:

La competenza percepita – il fatto di essere in grado di fare ciò che si vuole
Il controllo percepito – quanto si sente di poter controllare la propria vita

I risultati hanno rivelato che diverse variabili possono influenzare significativamente entrambe le convinzioni. La prima è l'efficacia del sonno o la convinzione di poter avere di fronte a sé una notte di sonno soddisfacente. La seconda è il buon umore, capace di influire su entrambi in maniera direttamente proporzionale.

Infine c'è lo stress, che ovviamente ha un effetto negativo.

Come possiamo intervenire sul sonno? (capace di influire anche sullo stress)

Individua un rituale rilassante. Prima di andare a letto, dedicati a un'attività rilassante, come leggere o ascoltare musica.

Cerca di andare a dormire sempre alla stessa ora.

Cura la camera da letto.

Evita le distrazioni capaci di turbare il sonno, come la televisione.