ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Tar accoglie istanza cautelare Fondazione Enasarco: sospesi provvedimenti ministero Lavoro-Donnafugata, vendemmia promettente anche per ripresa mercato-Unioncamere-Anpal, 2 imprese su 5 contano di recuperare entro il 2020-Tar accoglie istanza cautelare Fondazione Enasarco: sospesi provvedimenti ministero Lavoro-Coronavirus: Mediobanca, crolla fatturato multinazionali del petrolio, bene web e Gdo (2)-Fase 3: Fever Pass, più sicuri con il controllo anticontagio autodeterminato-Palermo: Fava, 'interessi criminali nei cicli rifiuti intercettano fiumi denaro pubblico'-Brevetti: Fiano (Pd), 'Milano dinamica e innovativa, miglior sede per Tribunale europeo'-Sicilia: Autostrada Sr-Gela, Musumeci inaugura svincolo di Rosolini-Israele e Italia unite da Biesse Innovation Lab-Brevetti: Lupi, 'governo candidi Milano come sede Tribunale europeo, ha carte in regola'-Sicilia: sindacati, 'Musumeci rispetti norme nazionali sui dipendenti, basta annunci'-Vaccini, Azzari: "Esperienza Covid insegna l'importanza della programmazione"-Fase 3: Marco Lutzu, 'pmi devono affermarsi on line con più efficacia'-Innovazione: BertO, per Google caso di successo programma Italia in digitale-Coronavirus: Mediobanca, industria e servizi Ftse Mib bruciano 42 mld capitalizzazione(2)-Migranti: Candiani (Lega), 'tendopoli Vizzini resa governo incapace'-Sicilia: Ato idrico Agrigenti, Musumeci ai sindaci 'un commissario per rimettere ordine'-Referendum: Cangini, 'Bonaccini cerca leadership Pd su pelle istituzioni'-Coronavirus: Calderoli, 'dopo carte Cts su Val Seriana Conte deve dimettersi'

Se dormi bene, lavorerai meglio. Addio al mito dello stakanovista

Condividi questo articolo:

Il sonno è amico della produttività; migliorano anche memoria, concentrazione e umore con un buon riposo

Non riposare mai, lavorare continuamente, non avere un attimo di tregua non sono più un vanto da stakanovisti. Per lavorare bene serve un buon risposo.

Se fino a ieri dormire poco, per dedicarsi alla carriera giorno e notte, era considerato tratto distintivo delle persone di successo, oggi questo paradigma è finalmente cambiato.

“In Italia abbiamo una cultura diversa da quella americana, ma ciò non significa che la mancanza di sonno non sia un problema. Spesso sottovalutiamo gli effetti negativi del dormire poco o male, e sul lavoro pensiamo di recuperare a suon di caffè. Ma è solo un palliativo: per lavorare meglio, dobbiamo dormire meglio”, lo spiega Luigi Innocenti, uno dei titolari e fondatori di Astro Italia, azienda specialista del riposo su misura, che ha individuato cinque motivi per cui un buon sonno migliora la produttività.

  • Dormire ci rende migliori a risolvere i problemi. Quando dormiamo, infatti, il cervello continua a essere attivo, riordina le idee e quando ci svegliamo le cose ci appaiono più chiare.
  • Migliora le relazioni interpersonali. Nei meccanismi che regolano sia il sonno sia l’umore sono coinvolti gli stessi neurotrasmettitori, serotonina e dopamina, e un ormone, la melatonina. Se siamo riposati siamo anche più felici, più energici e più ben disposti verso gli altri.
  • Migliora la memoria. Durante il sonno il nostro cervello riordina le idee, fissando quelle importanti nella memoria. Quando notiamo che dimentichiamo troppi appuntamenti e scadenze, è bene fare mente locale: non stiamo diventando stupidi, il problema probabilmente è che non dormiamo abbastanza.
  • Ci aiuta a non arrivare stanchi a fine giornata. Se non si dorme abbastanza, il giorno successivo ci si stanca più velocemente: su una giornata lavorativa di 8 ore, si risulta esausti circa un’ora prima del solito. E quando si è esausti, si comincia a procrastinare e la produttività si azzera.

Ecco le 7 regole di Ecoseven per dormire bene e svegliarsi in salute e carichi.

Questo articolo è stato letto 4 volte.

dormire, lavoro, riposo, salute, sonno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net