Primavera, tempo di allergie. Mangiare cipolla e’ il rimedio naturale

La primavera e’ la stagione in cui si soffre maggiormente l’allergia al polline. Ma una giusta dieta potrebbe aiutarci a stare bene

La primavera porta con sé il sole, la vivacità dei colori e anche il polline, molto polline. Arriva la primavera e arriva l’allergia. Starnuti, prurito, arrossamento degli occhi, lacrimazione, respiro affannoso e anche asma. Gli effetti delle allergie sono davvero fastidiosi.

Di certo non possiamo prevenire e curare l’allergia. Anche se dovessimo imbottirci di antistaminici non cureremo di certo la malattia. Ma qualcosa possiamo fare. Iniziando dalla nostra alimentazione. Sapete per esempio che bere latte e mangiare formaggi provoca un ‘ipersecrezione di muco che aggrava la sintomatologia di chi soffre di asma e rinite allergica? Evitate anche fragole, cioccolato, insaccati e crostacei, perché alimenti ricchi di istamina, che aumenta infiammazione e prurito.  

Cosa mangiare? Alimenti ricchi di vitamina C e vitamina A. E soprattutto cipolle. E' stato scoperto da alcuni ricercatori olandesi che la buccia di cipolla contiene quercetina, un potente antistaminico e antinfiammatorio naturale che aiuta chi soffre di allergie. Fanno bene anche i cavoli, che contengono, però, un livello di quercetina più basso.

Un potente antistaminico naturale è il Ribes Nero. Questo ha un effetto positivo sui disturbi respiratori e ha un'azione rinforzante su tutto il sistema immunitario.

E allora, per affrontare al meglio la primavera basta cambiare e variare un poco la nostra dieta.

(GC) 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER