Gambe accavallate? Meglio non farlo

Accavallare le gambe può farci assumere una postura sbagliata e causare mal di schiena

Accavallare le gambe è una abitudine che hanno in molti, un gesto che è visto anche come un segno di eleganza e talvolta, nella storia del cinema, è diventato anche simbolo di sensualità. Alcuni lo trovano pure comodo quando devono rimanere seduti per molto tempo e desiderano cambiare posizione.

Ma accavallare le gambe potrebbe causare dei problemi alla schiena e alla colonna vertebrale, soprattutto se manteniamo la posizione per periodi prolungati. Se proprio teniamo le gambe accavallate ricordiamoci per lo meno di invertirne la posizione frequentemente.

Ecco una lista di consigli per affrontare il mal di schiena e tornare a star bene.

Fateci caso: se rimanete con le gambe accavallate a lungo sentirete una tensione nella zona lombare. Semplicemnte perché è una postura poco naturale. 

La postura ideale prevede invece la schiena dritta, entrambi i piedi appoaggiati a terra e lo sguardo che punta a ciò che si trova di fronte a noi; invece troppo spesso spostiamo il peso, inarchiamo la schiena o, appunto, accavalliamo le gambe. Il dolore causato da una postura scorretta può arrivare anche a colpire il collo; ad esempio se abbiamo le gambe accavallate la nostra schiena assume una torsione innaturale.

A lungo andare, rimanere seduti con posture innaturali ci causerà dolore. Meglio fare attenzione, alzarsi spesso, fare dello stretching e fare sempre esercizio.

Ecco sette consigli sulla postura da tenere quando stiamo alla scrivania

 

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER