Una cura per l’hangover

Condividi questo articolo:

Blowfish fa superare i postumi della sbornia, grazie alla scienza

Si dice che più si invecchia più tempo ci si mette a riprendersi da una sbornia: di fatto, qualunque sia il punto, il giorno dopo una festa, una cerimonia, una serata in discoteca, rimane un momento molto critico e molto confuso per il nostro corpo. Ogni volta che ci succede, arriva sempre qualcuno a raccomandarci un rimedio casalingo, sempre diverso dal precedente, ma è notizia recente che è arrivato una cura per riprendersi dall’alcol supportata dalla scienza.

Blowfish, così si chiama, è un rimedio che utilizza una formula riconosciuta dalla FDA per aiutarci a superare una giornata di hangover e garantisce di riuscire a farci sentire meglio in circa 15 minuti.

Usarlo è semplice: basta mettere due compresse effervescenti in acqua e bere. Le compresse rilasciano rapidamente un antidolorifico ad alta resistenza e una caffeina di grado farmaceutico per i dolori, molto delicata sullo stomaco – il metodo di erogazione effervescente immette i farmaci nel nostro corpo due volte più rapidamente. Inoltre, Blowfish fornisce anche l’idratazione di cui il nostro corpo ha disperatamente bisogno – l’alcol, infatti, sopprime un ormone che si chiama vasopressina, responsabile del giusto funzionamento dei nostri reni, per questo bere fa sì che produciamo una quantità incredibile di urina che ci porta alla disidratazione.

In questo modo, insomma, si alleviano tutti i sintomi della sbronza e la giornata potrà sembrarci ritornare normale.
Per garantire il suo funzionamento, Blowfish utilizza la formula soddisfatti o rimborsati, quindi, se non dovesse andar bene, lo si può rimandare indietro e riavere i soldi.

Questo articolo è stato letto 9 volte.

Blowfish, Hangover, Sbornia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net