Soffocamento bambini, i primi soccorsi: manovra di Heimlich. Video

Condividi questo articolo:

Cosa fare in caso di soffocamento di un bambino? Chiamare i soccorsi e praticare la cosiddetta manovra di Heimlich. Guarda il video

 

È morto il bambino soffocato da un hot Dog all’Ikea di Porte di Roma. Dopo cinque giorni di ricovero in terapia intensiva pediatrica al Policlinico Gemelli di Roma, il bambino, ieri pomeriggio, ha presentato un irreversibile peggioramento delle condizioni cliniche. I genitori hanno deciso di donare gli organi.

Dopo l’incidente, la procura di Roma ha aperto un fascicolo per fare luce sulla morte e sui soccorsi prestati dal 118. Il bambino è stato inizialmente soccorso dai dipendenti del centro commerciale. Cosa fare in caso in cui un bambino rischia il soffocamento? Quali sono i soccorsi da prestare? Se si dovesse verificare il soffocamento, chiamare immediatamente il 118 e nel frattempo, effettuare le manovre elementari di soccorso. I genitori devono essere istruiti sulle più elementari manovre di posizionamento, apertura delle fauci, disostruzione del cavo orale e delle prime vie aeree: tutte le manovre devono essere finalizzate a favorire l’espulsione del corpo estraneo.

In caso di soffocamento, quindi, il genitore (o chi per lui) può praticare la cosiddetta manovra di Heimlich, che prevede una particolare compressione della “bocca dello stomaco”, atta ad indurre elevazione del diaframma. Informazioni piu’ dettagliate sulla manovra di Heimlich posso essere richieste al medico pediatra o a Centri medici specializzati .

 

Di seguito il video della manovra di Heimlich. 

 

 

gc

Questo articolo è stato letto 26 volte.

bambino, manovra di Heimlich, Roma, soffocamento bambino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net