Sos rifiuti a Marsiglia. In mare anche bici e cassonetti

 

Un vero e proprio schifo quello scoperto nelle acque del porto vecchio di Marsiglia: troppi rifiuti sommersi che danneggiano la fauna

 

 

 

Il problema dei rifiuti, se vi può consolare, non riguarda solo l'Italia. Anche a Marsiglia, nel bacino del vecchio porto, è sos: le acque sono piene di rifiuti sommersi, un pericolo per la fauna marina oltre che una fonte di contaminazione chimica. A lanciare l'allarme è l'Ong Sea Sheperd, nella prima tappa del suo percorso, 'Operazione Mare Nostrum', per valutare in cui si trova il Mediterraneo per colpa dell'inquinamento. Ovviamente non è qualcosa che ci deve 'consolare', ma far riflettere.

 

 

Nel porto si accumula di tutto: biciclette, cassonetti dei rifiuti vuoti, sedie, transenne, bottiglie e oggetti vari. 'Non si vede un centimetro quadrato di fondale, di suolo, sono strati di rifiuti uno sull'altro', commenta uno dei sommozzatori.

 

 

Si tratta di una situazione 'impressionante, ci devono essere almeno due metri di rifiuti in strati gli uni sugli altri', ha commentato un altro.

 

 

Tra i rifiuti, purtroppo, anche diverse reti da pesca che bloccano decine di pesci nei loro meandri. Dopo Marsiglia, il percorso dell'organizzazione ecologista toccherà le coste spagnole e italiane, passando anche per la Corsica.

gc

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER