Una carota con il diamante al dito

Una donna che aveva perso l'anello di fidanzamento mentre lavorava nella sua azienda agricola, lo ritrova 13 anni dopo grazie a una carota

Questa storia inizia con una donna che sta strappando delle erbacce e lo sta facendo senza guanti, nonostante sappia bene che i guanti sono necessari sia per prevenire il contatto con infezioni e batteri trasmissibili dal suolo, sia per evitare molto più semplicemente di sporcarsi. Lei si chiama Mary Grams, oggi ha 84 anni ed è di Alberta, in Canada: proprio lei ha perso il suo anello di fidanzamento di diamanti, un gioiello familiare ereditato nel 1951, mentre stava strappando le erbacce dalla terra. Alla BBC ha raccontato che, dopo che è successo, ha deciso di non dirlo nemmeno a suo marito. 

La storia sarebbe rimasta sepolta per sempre il suo tesoro perduto non fosse fortunatamente riemerso dalle profondità della terra, tredici anni dopo, oggi, grazie a una carota – la più carismatica di tutte le radici – che era cresciuta proprio attraverso l'anello. L'anello al «dito» della carota è stato ritrovato da Colleen Daley, la nuora di Mary, mentre stava raccogliendo la verdura con il suo cane Billy.
Anche se il marito di Mary è morto cinque anni fa, poco dopo il loro 60° anniversario di matrimonio, Mary immagina che avrebbe apprezzato moltissimo questa peculiare svolta degli eventi. Intanto, lei ha deciso di reindossare l'anello, visto che le va ancora bene.
Le carote non solo sono grandi «cercatrici» di tesori persi, ma sono anche talmente adattabili che possono crescere intorno e dentro gli oggetti – i giardinieri, infatti, possono utilizzare questa caratteristica speciale delle carote per far crescere le carote all'interno di uno stampo sotterraneo, progettandone la forma.
Insomma, meno male che ci sono e meno male che hanno fatto questo bel regalo a Mary Gram.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER