Sanità, raccolta di firme contro il superticket di 10 euro a ricetta

È partita la campagna online per l'abolizione del superticket

Cittadinanza attiva ha avviato una raccolta di firme per abolire il superticket di 10 euro a ricetta. La petizione è attiva sulla piattaforma online Change.org

Dal  2011 per un esame o per una visita specialistica oltre al ticket, con costi diversi da regione a regione, si pagano 10 euro in più su ogni ricetta.

Il superticket, spiegano i promotori: 'una tassa iniqua che ha alimentato le disuguaglianze esistenti, ha aumentato i costi delle prestazioni sanitarie, gravando ancor più sulle tasche delle persone che sempre più spesso rinunciano a curarsi, pur avendone bisogno. E non ha rimpinguato le casse del Ssn, anzi paradossalmente le ha impoverite, spingendo i cittadini, snervati dai costi maggiorati e dalle lunghissime liste d'attesa, ad andare nel privato, che spesso diventa persino più conveniente per alcune prestazioni, come gli esami del sangue. Quella che doveva essere una manovra transitoria e straordinaria, a distanza di 5 anni dalla Legge Finanziaria del 2011 che l’ha introdotta, è diventata invece la normalità. Basta promesse e attese inutili. Chiediamo al presidente del Consiglio Matteo Renzi, al Governo italiano, ai ministeri di competenza, al Parlamento e alla Conferenza Stato-Regioni di abolire il super ticket di 10 euro sulla ricetta e di introdurre misure che ripristinino l’equità tra i cittadini'.

 

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER