Ecco come si è propagata l’onda sismica: guarda il video dell’INGV

L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha realizzato il video dell'animazione della propagazione sulla superficie terrestre delle onde sismiche

Un nuovo terremoto ha colpito le province di L’Aquila e Rieti il 18 gennaio. Le onde sismiche si sono avvertite anche nella capitale. L’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha realizzato il video dell'animazione della propagazione sulla superficie terrestre di queste onde.

Le onde di colore blu "indicano che il suolo si sta muovendo velocemente verso il basso, quelle di colore rosso indicano che il suolo si sta muovendo verso l’alto. L’intensità del colore è maggiore per spostamenti verticali più veloci" informa l'istituto, sottolineando che "ogni secondo dell’animazione rappresenta un secondo in tempo reale".

Scopriamo cos'è un terremoto e come si forma.

La velocità e l’ampiezza delle onde, aggiunge, "dipende dalle caratteristiche della sorgente sismica, dal tipo di suolo che attraversano e anche dalla topografia. Esse, quindi, non si propagano in maniera uniforme nello spazio e luoghi posti alla stessa distanza dall’epicentro risentono del terremoto in maniera completamente diversa".

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER