10 consigli per un natale a impatto zero

 

Per le feste ormai alle porte fare un regalo anche all’ambiente e’ facile, seguendo i consigli per un Natale ad impatto zero. Dal presepe alla tavola, passando per le luci e lo shopping, ecco le dieci ’’eco-mosse’’ sempre attuali.
Come ricorda il sito Life gate, primo network media e advisor italiano per lo sviluppo sostenibile, si puo’ festeggiare il Natale in maniera ecocompatibile attenendosi ad un facile decalogo di consigli pratici che partono innanzitutto dalla scelta dell’albero. Attanagliati dal dilemma tra il sintetico e il vero, viene ricordato come l’albero vero deve essere sempre comprato con le radici nei vivai autorizzati dal Corpo Forestale e sistemato in terrazzo o in giardino lontano da fonti da eccessive fonti di calore, mentre il ’’fratello’’ in plastica, certamente piu’ inquinante sia in fase di produzione che di smaltimento, sia, per chi non vuole adottare le nuove alternative piu’ ecologiche, la scelta migliore e piu’ duratura per chi vive in appartamento.
Anche addobbi, presepe e luci possono diventare eco compatibili. Per i primi vanno scelti quelli prodotti con i materiali riciclati, dai ritagli di stoffa alle bottiglie di vetro, passando per foto e peluche,oppure crearli utilizzando oggetti naturali come paglia, pigne, foglie secche e noci. Per il presepe invece va evitato di raccogliere il muschio del sottobosco e scegliere di ricreare fiumi e laghi con specchi, invece di ’’sprecare’’ carta stagnola che richiede la ’’pesante’’ lavorazione dell’alluminio sull’ambiente. Per quanto riguarda le luci, ricordando di spegnarle sempre prima di andare a dormire, Lifegate sottolinea come sia meglio scegliere i Led rispetto a quelle ad incandescenza che consumano solamente 3 kWh rimanendo accese per un mese cinque ore al giorno.
Nelle dieci eco mosse, gia’ consigliate dal ministero dell’Ambiente e dal Consorzio nazionale imballaggi (Conai), rientrano consigli anche per i regali, i pacchetti e i biglietti d’auguri. Va scelta sempre carta riciclata oppure cercare di creare in casa tutto il necessario, evitando sempre imballaggi eccessivi, ed utilizzando cartoncini colorati, collage di fotografie, rafia, corda, bastoncini di spezie e frutta secca che sono una simpatica alternativa ai fiocchi in plastica. Per i regali inoltre il sito sottolinea come sia meglio scegliere per i bambini giocattoli naturali, certificati provenienti da legno sostenibile, oppure ’’dare un’occhiata’’ ai prodotti del commercio equo e solidale creati nel rispetto dell’ambiente e della popolazione. Il tutto senza dimenticare che anche lo shopping va fatto con una ’’testa verde’’, evitando di spostarsi con l’automobile usando invece mezzi pubblici, bici o creando un’unica macchina ’’collettiva’’ con parenti e amici. Ma non e’ tutto. Per essere davvero ’’ecologici’’ bisogna ricordarsi anche della tavola. Secondo LifeGate e’ necessario scegliere sempre stoviglie lavabili o, ’’nel peggiore dei casi’’ evitare di usare la plastica utilizzando piatti, bicchieri e posate di carta e legno certificato o stoviglie di ’’bioplastica’’ creati in amido di mais e biodegradabili in pochi mesi. Ultimo ’’imperativo’’ per fine pasto: e’ necessario ricordarsi della raccolta differenziata, separando accuratamente tutti i rifiuti tra vetro, carta, metalli, plastica e rifiuti organici. In questo modo il natale sara’ bello anche per l’ambiente.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER