Le Hawaii vietano i “chlorpyrifos”

Vietati nelle Hawaii i pesticidi che causano danni neurologici nei bambini. Legali in altri 49 stati

I pesticidi hanno un impatto sulla salute umana in generale e possono perfino influenzare lo sviluppo cognitivo dei bambini

Gli studi a riguardo sono ormai tantissimi.

Nelle Hawaii il governatore David Ige ha firmato una legge che vieta l'uso di pesticidi contenenti chlorpyrifos che, secondo le ricerche, abbassa il QI dei bambini. Non si tratta di una sostanza rara: uno studio del 2012 ha scoperto che era nel sangue del cordone ombelicale dell'87% dei neonati americani testati.

Questo è il primo grande gesto legislativo, nei 50 stati americani, nonostante 18 anni fa l'U.S. Environmental Protection Agency (EPA) avesse limitato al massimo l'uso domestico della sostanza.

Secondo il gruppo no-profit Earth Justice, i pesticidi contenenti chlorpyrifos vengono regolarmente spruzzati su una varietà di colture alimentari convenzionali, tra cui mele, mais e grano. Oltre a danneggiare i bambini piccoli, il chlorpyrifos danneggia anche i feti nel grembo materno.

La ricerca mostra che l'esposizione al chlorpyrifos contribuisce anche all'insorgenza dei disturbi dell'attenzione, della memoria di lavoro e allo sviluppo di un ritardo mentale.

Se il disegno di legge cerca di affrontare il rischio agricolo, non affronta la preoccupazione legata all'uso dei pesticidi da parte delle famiglie nei giardini. Allo stesso tempo, il disegno di legge avrà comunque un impatto tremendamente positivo riducendo notevolmente l'uso della sostanza in tutte le Hawaii.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER