La California vieta la vendita di capi in pelliccia

Presto sarà illegale vendere, scambiare o donare pellicce di qualsiasi tipo in tutto lo stato

Recentemente, il governatore della California Gavin Newsom ha firmato una legge che vieterà la vendita di tutti i nuovi prodotti in pelliccia. Il disegno di legge (AB44) si applica a vestiti, borse, scarpe, pantofole, cappelli, portachiavi, pompon, eccetera, definendo come «pelliccia» qualsiasi cosa «con peli, pile o fibre di pelliccia attaccati». Il divieto entrerà in vigore il 1° gennaio del 2023.

Come spiega il New York Times, questo vale per «visone, zibellino, cincillà, lince, volpe, coniglio, castoro, coyote e altre pellicce di lusso», mentre sono state fatte eccezioni per la pelle di daino, la pelle di mucca, la pelle di capra e la pelle di pecora, e per l'uso della pelliccia nelle cerimonie culturali religiose e tradizionali. Altri prodotti animali come pelle, lana, piumino, seta e cashmere non sono contemplati dal divieto, anche se è probabile che saranno il centro delle lotte future da parte degli animalisti.

In base al nuovo disegno di legge, sarà illegale produrre, vendere, esporre, donare o scambiare qualsiasi prodotto in pelliccia nello stato della California. Un reato iniziale costerà a un rivenditore 500 Dollari, quindi 1.000 Dollari per i reati successivi.

Chiaramente, indossare la pelliccia non sarà illegale, quindi un californiano potrebbe ancora acquistare una giacca fuori dallo stato e indossarla a casa oppure usare la pelliccia che ha avuto in eredità dalla nonna, ma ci sarà sempre il rischio di essere accusati di aver infranto la legge – quindi anche questo diventerà complicato.

I marchi di moda di lusso non si sono detti preoccupati per la mossa della California, visto che anche loro si sono allontanati dalle pellicce vere. Ora resta solo da capire se le alternative sintetiche a base di petrolio non creeranno altri tipi di problemi al nostro ambiente – visto che saranno prodotti usa&getta che invaderanno le discariche del pianeta.

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER