L'appoggio di Papa Francesco alle energie pulite

Il Papa invita i dirigenti delle aziende petrolifere a non dimenticare di proteggere le persone e l'ambiente

Il Papa ha preso posizione rispetto alla questione ambientale ed energetica e all'urgenza di combattere il cambiamento climatico: lo ha fatto già da un po', ma lo ha ribadito con forza recentemente, durante una conferenza di due giorni che si è svolta a Città del Vaticano. Papa Francesco ha ricevuto i dirigenti delle compagnie petrolifere per potergli dire quanto sia importante passare alle energie rinnovabili, visto che il cambiamento climatico continua a minacciare le persone e l' ambiente.

«La civiltà richiede energia, ma l'uso dell'energia non deve distruggere la civiltà», ha detto il pontefice.
La conferenza che è stata organizzata includeva esperti, investitori e amministratori di aziende che sostenevano la teoria secondo la quale sono le attività umane a causare il cambiamento climatico e l'opinione del papa riguardo alla questione energetica è stata più volte riaffermata.

Papa Francesco ha spiegato che tutte le sfide che ci attendono sono interconnesse e che per eliminare la fame e la povertà dobbiamo di certo combattere il fatto che, ad oggi, più di un miliardo di persone sono senza elettricità: dobbiamo dare a queste persone la possibilità di accedere all'energia. E quell'energia deve essere pulita, quindi il punto è una riduzione dell'uso sistematico dei combustibili fossili. Non possiamo rischiare che i cambiamenti climatici ci portino a qualche situazione estrema, ma lo rischiamo, lo rischiamo a causa delle possibilità di un aumento catastrofico delle temperature di tutto il mondo che porterebbe anche ad un aumento dei livelli di povertà.

Papa Francesco ha detto che la nostra situazione è drammatica: anche dopo l' Accordo di Parigi del 2015, le emissioni di biossido di carbonio sono ancora alte. Dobbiamo fare qualcosa, lo sappiamo, e il papa ha voluto sottolineare che lo sa anche lui.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER