Lo smog rende infelici

Lo smog rende infelici: un maxistudio dimostra che l’inquinamento incide sul benessere dei cittadini

Lo smog rende grigio il cielo e le nostre giornate: l’inquinamento dell’aria che respiriamo ci rende infelici. A dimostrarlo è il fatto che i cittadini dei Paesi più inquinati al mondo sono anche i più tristi, parola di un maxistudio condotto su 14 paesi, tra cui l'Italia, da Byron Lew e Mak Arvin della Trent University di Ontario, in Canada e pubblicato sull'International Journal of Green Economics.

Lo studio sullo smog e sulla sua correlazione con l’infelicità ha coinvolto 14 Paesi: Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Romania, Russia, Spagna e Gran Bretagna. Gli esperti hanno analizzato i dati dell'inquinamento atmosferico, ovvero le emissioni di Co2 procapite, nei diversi Paesi e hanno confrontato questi dati con il livello di benessere e soddisfazione dei cittadini di ciascuna nazione. I risultati del confronto hanno evidenziato che i paesi più inquinati sono anche quelli più ‘infelici’.

Secondo gli esperti, quindi, felicità dei cittadini di una nazione e il livello di inquinamento di quella stessa sono strettamente connessi: è possibile, infatti, che l'inquinamento abbia ricadute negative sul benessere della popolazione, ma anche che, viceversa, le persone più infelici inquinino di più e siano meno rispettose dell'ambiente che li circonda.

(gc)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER