La plastica ecologica che si ottiene dai gas serra

La plastica ecologica Aircarbon è l’interessante soluzione proposta nel campo dei prodotti green compatibili con l’ambiente

 

La plastica ecologica che si ottiene dai gas serra è l’interessante soluzione proposta nel campo dei prodotti green compatibili con l’ambiente. Grazie agli studi condotti  da un team di ricercatori dell’azienda californiana ‘Newlight Technology’, la nuova plastica ecologica è stata realizzata trasformando il gas serra (proveniente da allevamenti, discariche, stabilimenti industriali o persino dal processo di fracking in un polimero con caratteristiche molto simili a quelle usate dai materiali termoplastici. Il risultato finale per la realizzazione della nuova macromolecola è un ‘processo brevettato’ che lega le  molecole dell’aria, quelle di un biocatalizzatore e quelle del metano presente in atmosfera.

La nuova plastica ecologica, denominata ‘Aircarbon’, utilizza un sistema di produzione che sottrae sostanzialmente CO2 all’ambiente per mettere in commercio prodotti industriali, edili e rivestimenti con le stesse caratteristiche delle plastiche tradizionali.

La plastica ecologica ‘Aircarbon’ sfrutta un processo tecnologico abbastanza complesso: l'anidride carbonica, in pratica, viene filtrata ed estratta dall'aria e veicolata su un biocatalizzatore in grado di isolare il carbonio. Successivamente le molecole vengono ri-assemblate in un polimero di materiale termoplastico e al termine del processo, il grado di anidride carbonica cala rispetto livello di partenza. Da sottolineare quindi gli effetti positivi derivanti dal metodo di produzione di ‘Aircarbon’, che consistono in una riduzione diretta del carbonio presente nell'aria che respiriamo e la possibilità di avere un polimero simile alla plastica che non deriva dal petrolio. Per maggiori informazioni è possibile consultare questo sito.

Matteo Ludovisi

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER