Quando l'Italia tornerà ai livelli pre-crisi?

Quando gli italiani torneranno ai livelli pre-crisi? Quando potremmo dire che il Bel Paese è uscito dal tunnel?

 

Siamo fuori dal tunnel. Forse, quasi. Il peggio, secondo quello che ci dice la politica sembra passato: cresce l'occupazione, ripresa della spesa, fine della deflazione. Ma sarà così? E da quando, poi, i cittadini italiani potranno dire di esser tornati ai livelli pre-crisi? Solo tra 15 anni, nel 2027, si tornerà al pil pro capite del 2007. E a dire il vero, la spesa delle famiglie pre-crisi si rivedrà nel 2030. Il reddito disponibile nel 2034. Insomma, nonostante quello che si dice, la strada è lunga e la la fine del tunnel (quella vera) è ancora lontana. I dati sono stati diffusi in occasione dell'assemblea annuale di Confcommercio, alla quale ha preso parte anche il ministro per lo Sviluppo Federica Guidi che ha parlato proprio di 'ripresa' e 'recessione alle spalle'.

Negli ultimi anni, ricorda Confcommercio, gli italiani hanno sofferto e subito una riduzione in termini reali del 12,5% del Pil, del 14,1% per il reddito disponibile e dell'11,3% per i consumi. Il ritorno ai livelli di crisi viene stimato sulla base di una crescita dell'1,25% per pil, dello 0,95% dei consumi e dell'1,05% per il reddito disponibile, a fronte di una variazione della popolazione in linea con le stime prodotte dall'Istat negli scenari di lungo periodo (+0,2%). Quanto all'ipotesi di un tasso di crescita doppio che permetterebbe di tornare ai livelli del 2007 in 6-8 anni, l'Ufficio Studi Confcommercio nota comunque che 'la nostra economia non sperimenta da tempo' tali valori.

'Siamo finalmente davanti ai primi segnali di ripresa, anche se  timida', commenta il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, nella sua relazione all'Assemblea generale della Confederazione. 'Molte famiglie e imprese fanno ancora fatica a percepire la ripartenza dell'economia nella realtà quotidiana'.

 

gc

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER