Premio innovazione sociale: i progetti vincitori

Condividi questo articolo:

Sono stati assegnati i premi dell’Innovazione sociale. Ecco i progetti vincitori

 

 

Un co-sharing condominiale; un progetto per incrociare on line domanda e offerta di volontariato;  una community per un turismo in 3D; un social network collaborativo per realizzare un a mappa alternativa di Napoli; una app per ridurre traffico e inquinamento: sono questi i progetti che oggi si sono aggiudicati il Premio dell’Innovazione Sociale, assegnato nel corso di Social Innovation Around, la due giorni organizzata da SIS (Social Innovation Society) a Cinecittà a Roma. Il Premio vuole dare un riconoscimento alla cultura d’impresa del territorio e del linguaggio artistico quale strumento di evoluzione socio-economica. Una giuria di esperti ha valutato circa 150 progetti e ha premiato l i tre migliori Progetti già realizzati e le due migliori Idee da realizzare

‘I progetti e le idee che si sono aggiudicati il premio –ha detto Simonetta Cavalieri, Presidente di SIS-  vengono incontro a esigenze sociali insoddisfatte e captano nuovi bisogni. Si tratta di progetti che possono essere replicati e che possono essere di ispirazione per ulteriori innovazioni sociali’.

 

Ma scopriamo insieme i progetti e le idee vincitrici:

Romaltruista Permette a chiunque di fare volontariato, anche saltuariamente, incrociando on line domanda ed offerta. Per fare questo  identifica presso le realtà del terzo settore di Roma attività adatte a tutti che non richiedono alcuna formazione. Fondata nel 2011, nel solo 2013 ha coinvolto 64 realtà del terzo settore che hanno accolto le attività di 3778 volontari. “Le associazioni no profit –ha detto l’ ideatore Mauro Cipparone- hanno bisogno di volontari. In Italia solo il 2% della popolazione fa volontariato in modo continuativo. Romaltruista permette di pescare volontari  nel restante 98%”

MappiNa – MappiNa, Mappa alternativa di Napoli è una piattaforma  di collaborative mapping per realizzare una diversa immagine culturale di Napoli attraverso il contributo critico ed operativo dei suoi abitanti. La piattaforma è ideata come un social network tematico in cui i cittadini sono nello stesso tempo utilizzatori e fornitori di contenuti.. “Con foto, video,, audio, testi – ha sottolineato Ilaria Vitellio che l’ha ideata- i cittadini  realizzeranno una mappatura condivisa delle risorse materiali ed immateriali di Napoli. La piattaforma sfrutta la  mobile&mapping tecnology”.

TrafficO2 – Questa app su smartphone permette di ridurre traffico ed inquinamento suggerendo ai cittadini gli spostamenti maggiormenti sostenibili e chi sceglie modalità di viaggio e di trasporto a basso impatto riceverà punti CO2 con cui si vincono premi e buoni sconto. “Nel 2013 –ha detto Salvatore Di Dio dell’Associazione PUSH che ha realizzato il progetto-abbiamo cominciato la sperimentazione coinvolgendo 60.000 studenti dell’ università di Palermo. Il nostro obiettivo è quello estendere il progetto ad altre realtà universitarie, rendendo la Sicilia, regione pilota di un progetto di innovazione sociale”.

 

IDEE DA REALIZZARE 

ViCity – E’ la community turistica  che unisce l’anima dei social network con un nuovo concetto di marketing territoriale innovativo basato su ricostruzioni 3D. Si tratta di uno strumento  di comunicazione del made in Italy nel mondo, esso infatti permette di valorizzare i borghi e le bellezze artistiche  ai turisti con riproduzioni 3D che permetteranno, con un Avatar,  di visitarli a 360 gradi.”Con il nostro progetto –ha detto l’ ideatrice Annalisa Murrieri – sarà possibile passeggiare dentro il Colosseo e chiedere ad un altro utente che è vicino a te, sottoforma di Avatar, informazioni e scambiare opinioni, o darsoìi appuntamento a Pizzo Calabro senza muovere un passo”.

 

CondoVision –Si tratta di una piattaforma web che permette a persone che abitano nello stesso condominio o nello stesso agglomerato residenziale  di condividere risorse, oggetti, capacità, spostamenti, servizi ecc. Si tratta di un progetto ad alto impatto sociale.  Da una parte crea ed espande i legami tra vicini di casa, dall’ altra promuove una nuova cultura basata sull’ accesso, la condivisione e sulla collaborazione “Con questo progetto – ha detto l’ideatore, Michele Minardi – vogliamo creare molteplici e vive comunità in cui condivisione e collaborazione  contribuiscono a ridurre sprechi”.

Questo articolo è stato letto 1 volte.

innovazione, innovazione sociale, premio innovazione sociale, sociale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net