Premio De@terra, cinque donne premiate dal Ministero delle Politiche agricole

Premio De@terra: sono cinque le imprenditrici agricole che sono state premiate al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali per le loro storie aziendali di successo. E sono sempre di più in Italia le donne impegnate in agricoltura, sono più di 250 le aziende agricole in rosa

 

Donne e mamme, ma anche imprenditrici agricole di successo. Come se non bastassero le mille faccende che bisogna sbrigare in casa, ci sono delle italiane che si avviano anche sulla strada della carriera imprenditoriale.

 

Se lo fanno in agricoltura è possibile anche che vengano premiate, così come accaduto ieri al Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, per le loro belle storie. Si tratta del Premio De@terra, istituito nel 2001 dall’Osservatorio Nazionale per l’Imprenditoria ed il Lavoro Femminile in Agricoltura (ONILFA): cinque le donne che hanno ricevuto il premio dalle mani del neo ministro dell’Agricoltura, Mario Catania, molto emozionato dato che era anche la sua prima partecipazione pubblica a un evento al Mipaaf.

 

“Apprezzo particolarmente l’impegno che traspare dalle vostre storie – ha detto il Ministro – Questo evento costituisce un momento di grande felicità, ma dobbiamo rimanere consapevoli che il mondo delle donne e dei giovani ha bisogno di costante attenzione.A voi, quindi, va il mio ringraziamento per quello che fate”.

 

Le vincitrici dell’edizione 2011 del Premio De@Terra sono: Giuseppina Albano - Az. Agricola ’’Tenuta Fujanera’’ - Foggia (Fg); Leonarda Cantara - Fattorie ’’Il Tempo’’- Gavoi (Nu); Gabriella Fantolino - Az. Agricola ’’Fantolino Franco’’ - Fiano (To); Liana Iafrate - Az. Agricola e Agrituristica ’’Tirotarico’’ - Arpino (Fr); Mirella Tamburello - Az. Agricole ’’Tamburello’’ - Monreale (Pa). Un giusto riconoscimento per un mondo, quello che vede le donne impegnate in agricoltura, sempre più in crescita: in Italia, infatti, si contano circa 250mila aziende in “rosa” nel settore agricolo, dove di fatto quasi un’azienda su tre (29 per cento) è condotta da una donna, una percentuale molto piu’ alta della media dei diversi settori (24 per cento).

(Giacomo Gallo)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER