Monti e il Governo puntino sull'economia reale

Il Governo di Mario Monti ha ricevuto in questi giorni incoraggiamenti dalla comunita' internazionale, e' l'ora di puntare sull'economia reale e sulle imprese

Mario Monti qualche giorno fa l'ha detto chiaro e tondo: non si pensi che in qualche mese o in un anno si possano mettere a posto una serie di cose del Sistema Italia che non si sono risolte nel corso degli anni. Il Professore, bocconiano, prestato alla politica ha poi continuato avvisando i partiti che il suo Governo non vuole tirare a campare. Diversamente si dimetterebbe. Proprio oggi Mario Monti ha continuato a non mandarle a dire affermando che i partiti non gosono dello stesso consenso di cui gode invece il Governo nel paese.

Il passaggio spinoso della riforma del lavoro (che tutti vedono incentrata solo esolamente nell'articolo 18) oggi ha ricevuto una benedizione importante dall'Unione europea che invita il nostro paese a fare presto. La Comunità internazionale, prima fra tutte l'Ocse solo qualche giorno fa, non ha risparmiato moderati incoraggiamenti al nostro paese. A Seul il premier italiano ha ricevuto il riconoscimento della Cina, che vuole investire in Italia e degli Usa, che per bocca dell'inquilino della Casa Bianca, Barack Obama hanno attestato di credere nell'Italia. D'altronde solo ieri il Wall Street Journal ha elogiato l'operato di Mario Monti, spiegando alla comunità internazionale le difficoltà di far digerire una riforma del lavoro ai sindacati e agli italiani tutti. 

Il lavoro e l'articolo 18 rimangono nodi ancora da sciogliere per Mario Monti e per il suo Governo. E se possiamo permetterci di esprimere un auspicio, è bene che l'esecutivo si concentri sull'economia reale del nostro paese, sulla spina dorsale del nostro sistema produttivo, delle nostre imprese. Come dire, dopo lo spread (che oggi segna attorno ai 320-325 punti) è l'ora dell'economia reale, del lavoro, delle fabbriche, della nostra industria sin troppo boccheggiante in questa fase economica. 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER