Una pioggia di idee per l’acqua in Bolivia

Condividi questo articolo:

Un documento per l’accesso all’acqua in Bolivia, sostenuto dalle Ong italiane, regala una pioggia di idee per sostenere il Paese contro i fenomeni di poverta’ dati dall’assenza di infrastrutture

Acqua. La Coibo, Coordinamento delle Ong italiane in Bolivia, ha presentato un documento dal titolo ‘Acqua per la Bolivia‘. La carta descrive la posizione delle Ong aderenti al progetto per la Bolivia e espone una serie di idee frutto di un lavoro di riflessione e di dialogo realizzato a partire dal 2009. Lo scopo è quello di far conoscere in modo organico, sintetico e accessibile, le opinioni condivise dalle organizzazioni italiane sul tema dell’accesso all’acqua, con la speranza di renderle pubbliche. Inoltre il documento costituisce un punto di riferimento per altri attori della cooperazione che operano sulla questione dell’acqua e che sono interessati a creare sinergie rispetto alle strategie e alla concertazione degli obiettivi.

La Bolivia è un paese ricco d’acqua, ma la distribuzione e l’accesso non sono omogenei e rispecchiano le differenze geografiche che caratterizzano il paese. Esiste una stretta relazione tra fenomeni di povertà e vandalismo e la mancanza di accesso all’acqua soprattutto nelle zone al confine tra le aree urbane e quelle periferiche. Secondo il rapporto mondiale redatto dall’Unesco, la Bolivia occupa il sedicesimo posto su 180 paesi in relazione alla disponibilità della risorsa idrica, ciò nonostante è il 67° paese su 122 rispetto alla qualità dell’acqua.

(Chiara Palmieri)

Questo articolo è stato letto 4 volte.

accesso all'acqua, acqua, Acqua Bolivia, Acqua per la Bolivia, Bolivia, risorse idriche, risorse idriche Bolivia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net