Nasce Cap, il nuovo gestore dell’acqua della provincia di Milano

Il gruppo Cap gestira’ i servizi di acquedotto, fognatura e depurazione in tutti i 133 comuni della provincia di Milano

 

E’ nato il gruppo Cap, il nuovo gestore unico dell’acqua della provincia di Milano. Si è conclusa in questi giorni, infatti, la fusione definitiva di Ianomi, Tam e Tasm in Cap Holding. Il Gruppo Cap gestirà i servizi di acquedotto, fognatura e depurazione secondo il modello in house providing, con la società Amiacque come braccio operativo, in tutti i 133 comuni della provincia di Milano.

Il gruppo Cap conta una rete di acquedotto di 6.984 chilometri, una di fognatura di 4.936, 57 impianti di depurazione, oltre 800 dipendenti e un fatturato stimato che si aggira intorno ai 232 milioni di euro. ‘Il gruppo industriale che abbiamo costruito è frutto della volontà espressa dalla provincia di Milano e dai comuni del territorio - commenta Alessandro Ramazzotti, presidente di Cap Holding - Lo scenario che si è sviluppato in Italia dopo l'esito referendario del 2011 e le ultime indicazioni dell'Autorità' per l'energia elettrica e il gas ci hanno incoraggiato in questa direzione’.

 

Il Gruppo Cap gestirà, quindi, tutto il servizio idrico della Provincia di Milano, impegnandosi a risolvere il ‘deficit’ nei servizi di fognatura e depurazione e a rispondere alla procedura di infrazione Europea. In tutta la Lombardia il fabbisogno di investimenti dovrebbe essere sui 600 milioni di euro, dei quali 125 nella provincia di Milano.

(gc)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER