ULTIMA ORA:

Ghiaccio artificiale, per contrastare la scarsità d’acqua

Condividi questo articolo:

Per contrastare la scarsità di acqua, sull’Himalaya indiano sta per nascere una piramide di ghiaccio artificiale

 

Come contrastare la scarsità d’acqua? Con un ghiacciaio artificiale. È questa, almeno, l’idea che stanno mettendo in piedi sull’Himalaya indiano: la ‘piramide di ghiaccio’, così chiamata in onore all’omonimo monumento buddista, dovrebbe esser pronta entro un paio di settimane. Sciogliendosi nei mesi caldi dovrebbe fornire acqua per l’irrigazione. Il progetto è guidato dall’ingegnere Sonam Wangchuck e viene alla luce dopo un lungo inverno in cui si è fatto ricorso al sito di crowdfunding Indiegogo per raccogliere 125mila dollari,

 

Non solo. Nei prossimi anni si punta a costruire 80-90 stupa in grado di immagazzinare un miliardo di litri d’acqua per irrigare 600 ettari di deserto, ma per far questo, spiega Wangchuck, serviranno altri 100mila dollari. Una mini prova è stata già fatta: lo scorso inverno l’ingegnere aveva realizzato un prototipo alto 6 metri, mentre la stupa in costruzione doveva essere alta 30 metri. ‘Come prima volta è normale che ci siano delle complicazioni, ma volevamo mostrare come si realizza una stupa di ghiaccio e rendere verde un pezzo di deserto’, afferma l’ingegnere Wangchuck al Guardian. 

gc

Questo articolo è stato letto 7 volte.

acqua, ghiaccio, ghiaccio artificiale, scarsità d'acqua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net