Acqua troppo cara. Bollette fino a 4.000 euro

Alcuni cittadini nelle province di Massa Carrara, Lucca e Pistoia hanno ricevuto bollette troppo alte, fino a 4000 euro

 

Acqua troppo cara, come se fosse oro.  Il fatto è successo nelle province di Massa Carrara, Lucca e Pistoia, dove 150 persone sono scese in piazza per ribellarsi delle bollette troppo care. Secondo le testimonianze, una anziana invalida di 90 anni che ha ricevuto una bolletta da 798 euro (mostrata dalla nipote); 4000 euro per un anziano che vive in una casa di riposo (nel suo appartamento va una parente una volta alla settimana per ritirare la posta e annaffiare le piante); una donna sola, che prima spendeva circa 50 euro a trimestre, per lo stesso consumo ha ricevuto una bolletta da 296 euro. 

Contro queste bollette veramente troppo alte, i cittadini hanno organizzato un comitato chiamato ‘Anti Gaia’ e manifestazione, mostra bollette che vanno da 800 euro a 3954 euro e parla di ‘calcoli errati’ e ‘conguagli illegittimi’. Questa mattina il front-office di Gaia era chiuso, ma all'interno degli uffici i dipendenti hanno continuato a lavorare.

‘Ci dispiace che si alimenti una guerra tra cittadini e lavoratori; gli uffici non sono il luogo adatto contro cui protestare. La manifestazione andrebbe fatta nei luoghi decisionali; ricordiamo che esiste un'Autorità idrica toscana di cui fanno parte tutti i sindaci dei 48 comuni della regione che fanno capo a Gaia. I dipendenti ricevono ogni giorno minacce e offese. La situazione sta degenerando’, afferma Daniele Del Freo della Filctem Cgil di Massa Carrara.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER