Acqua in lattina

Si tratta di un nuovo tentativo di business green, ma davvero la lattina è un contenitore ecologicamente migliore della bottiglietta?

Questa nuova idea di contenitore per l'acqua è chiaramente una risposta delle aziende produttrici a un bisogno ambientale pregnante, nasce così la Ever&Ever, ovvero un'acqua contenuta in una lattina di alluminio che, secondo il New York Times non sarà la sola, visto che anche la Pepsi sta testando la sua – che si chiamerà Aquafina.

Un punto su cui Ever&Ever fa sicuramente leva è che finora, in tutto il mondo, solo il 9% di tutta la plastica prodotta è stato riciclato, mentre, al contrario, ben il 67% dell'alluminio acquistato è stato riutilizzato dai consumatori. Ma non solo, l'azienda sostiene anche che l'alluminio sia riciclabile in eterno che le lattina siano realizzate con una media di 70% di materiale riciclato, quindi, in sostanza, una lattina è meglio per l'ambiente rispetto a una bottiglia in PET.

È vero? In parte, perché il punto è anche che non c'è modo di smettere di produrre alluminio perché, per quanto ne si possa riciclare, la costante domanda in aumento obbliga a nuove produzioni e le produzioni di alluminio primario sono sempre un disastro ambientale – dall'estrazione di bauxite che distrugge terreni agricoli e foreste, alla cottura della bauxite nella soda caustica che rilascia il «fango rosso», un residuo tossico, fino a quando si ottiene l'alluminio con spese energetiche incredibili.

Quindi siamo proprio sicuri che l'alluminio sia una soluzione green per il contenimento dell'acqua? In molti dicono di no, affermando proprio che dovremmo smettere di usarlo, visto che oltretutto anche il riciclaggio dell'alluminio produce un'impronta ambientale e visto che non è nemmeno vero che è riciclabile all'infinito.

Certo, le lattine che usiamo non finiranno a galleggiare in mezzo all'oceano come le bottigliette d'acqua, ma non possiamo dire che faranno del bene all'ambiente.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER