ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Ponte Morandi, Panzarella (Feneal Uil): "Simbolo di una situazione del Paese"-**Dj morta: Procuratore Patti, 'omicidio o suicidio? Tante le ipotesi in piedi'**-Dj morta: Procuratore Patti, 'stiamo analizzando le immagini di videosorveglianza'-Coronavirus: un solo contagio in province Como, Cremona, Lodi e Sondrio-Zambrano (Ingegneri): "Per manutenzione infrastrutture assumere 85mila tecnici"-Coronavirus: aumentano guariti in Lombardia, 11 in terapia intensiva-Fase 3: Deloitte, nei prossimi 3 mesi 22% italiani potrebbe prendere volo domestico-Milano: De Corato, 'tra Sala e Grillo chi è il più comico?'-Milano: uccide una persona in Francia, arrestato vicino alla stazione Centrale-XMIA Dj morta: spunta telefonata a numero emergenza 'incidente, a bordo donna e bimbo'-**Dj morta: nuovo sopralluogo degli inquirenti nel luogo del ritrovamento di Viviana**-Itinerari Previdenziali, senza blocco e cig fino a 900.000 licenziamenti-Dazi: Cia, bene decisione Trump, continuare sforzo diplomatico (2)-Petrolio: Gros (Ceps), 'livello attuale favorevole all'Europa'-Petrolio: Gros (Ceps), 'livello attuale favorevole all'Europa' (2)-Fase 3: associazioni antiusura e consumatori, riformare legge su sovraindebitamento-Fase 3: associazioni antiusura e consumatori, riformare legge su sovraindebitamento (2)-Dj morta: Procuratore Patti, 'turisti testimoni ci dicano quello che hanno visto'-Avviso di garanzia a Conte e ministri, il premier: "Agito in trasparenza"-Dj morta: Procuratore Patti cerca famiglia turisti testimoni incidente 'Si facciano vivi'

Ricette di Pasqua: Cassata siciliana

Condividi questo articolo:

Nata per festeggiare la Pasqua dopo i sacrifici quaresimali, la cassata siciliana è buona e golosa. Prova a farla in casa

 

Dal nome di origine araba, ‘Quas’at’, scodella grande e tonda, la cassata siciliana merita un posto d’onore tra i dolci tipici della Pasqua. È vero, un po’ come la pastiera, è mangiata tutto l’anno nella bella isola, ma è nata per celebrare questa festa religiosa, dopo i sacrifici quaresimali.

Ingredienti:

Per il pan di spagna:

8 uova 
240 g di zucchero 
320 g di farina 
16 g di lievito per dolci 

Per la farcitura e la copertura della cassata siciliana:

5 kg di ricotta di pecora
350 g di zucchero 
100 g di gocce di cioccolato 
100 g di frutta candita tagliati a cubetti
 
250 g di pasta al pistacchio 
100 g di gelatina di albicocche 
500 g di naspro 
frutta candita a piacere per guarnire

Preparazione:

Preparare, qualche giorno prima, il pan di spagna. In una terrina mettere zucchero e uova. Lavorare con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungere la farina e il lievito passati al setaccio, continuando a lavorare con una frusta. Imburrare e infarinare una teglia circolare, dal diametro di 32 cm e versare il composto. Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa un’ora. Capovolgere il pan di spagna su una gratella e lasciarlo raffreddare. Tagliare a fettine sottili e foderare lo stampo per la cassata. Lavorare la ricotta con lo zucchero. Aggiungere le gocce di cioccolato ed i canditi. Versare nello stampo. Coprire con altre fettine di pan di spagna. Coprire la cassata col vassoio e mettere in frigo tutta la notte, possibilmente con un peso. Il giorno dopo capovolgere sul vassoio. Stendere la pasta al pistacchio su un piano con dello zucchero a velo. Mettere la striscia attorno alla cassata. Sciogliere il naspro a bagnomaria con un paio di cucchiai di acqua. Sciogliere la gelatina di albicocche sul fuoco e glassare il pan di spagna. Versare il naspro sulla cassata, il tutto velocemente. Posizionare i canditi per la guarnizione.

 

(gc)

Questo articolo è stato letto 3 volte.

cassata, cassata siciliana, dolci, dolci pasquali, Sicilia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net